Adolescenti

Adolescenti, cosa rischiano durante il passaggio dalle medie alle superiori

Di Sara De Giorgi
adolescenti
19 Settembre 2018
Secondo uno studio svolto in alcune scuole di Pavia, con il passaggio dalla scuola di primo grado agli istituti di secondo grado molti adolescenti iniziano a usare di più i social, diminuiscono l’attività sportiva, la lettura, il disegno e spendono la loro paghetta per alcol, sigarette e stupefacenti. E, purtroppo, non hanno neanche una buona opinione del proprio corpo.
Facebook Twitter More

Non sono dati incoraggianti quelli che vengono fuori dagli ultimi studi sul mondo degli adolescenti. Pare infatti che i ragazzi di oggi non abbiano una buona autostima, vivano continuamente attaccati al loro cellulare, non abbiano un buon rapporto con il corpo e spendano la loro paghetta per alcol e sigarette.

 

Questo è quanto è emerso da una ricerca sugli stili di vita giovanili nelle scuole di Pavia. In particolare, come riporta Ansa.it, lo studio è stato condotto in 3 istituti di primo grado e 5 scuole di secondo grado a Pavia dalle associazioni Semi di Melo, Fondazione Exodus, Casa del Giovane.

 

LEGGI ANCHE: Adolescenti e preadolescenti, che fare se dicono le bugie

 

Secondo la ricerca sono smartphone e videogames a occupare le attività di maschi e femmine per più di due ore al dì. Il 63% delle ragazze adopera lo smartphone appena può (contro il 34% dei maschi). Invece, i ragazzi (27%) risultano essere dipendenti dai videogames. 

 

Inoltre, sempre secondo i ricercatori, con il passaggio dalla scuola di primo grado agli istituti di secondo grado tutti gli adolescenti iniziano a usare di più i social e diminuiscono l’attività sportiva, la lettura, il disegnare e il suonare. Inoltre, l’80% di loro non frequenta nessuna associazione giovanile.

 

È anche venuto fuori che nel passaggio alla scuola superiore, mentre la spesa per il gioco alle slot machine o di gratta e vinci resta invariato, cresce invece quella per alcol, sigarette e stupefacenti.

 

In particolare, esiste ancora il rischio di dipendenza da sostanze e da gioco d'azzardo: secondo lo studio il 45.57% dei maschi e il 39.7% delle femmine utilizzano i soldi della paghetta per comprare alcol, mentre il 20.14% dei maschi e il 7.95% delle femmine per acquistare cannabinoidi. In più, l'11% dei maschi e un 3% delle ragazze comprano cocaina, eroina o altre sostanze stupefacenti.

 

TI POTREBBE INTERESSARE: Figli adolescenti, 5 dritte ai genitori

 

Infine, i ragazzi hanno una percezione distorta del proprio aspetto fisico: il 41% è insoddisfatto del corpo, mentre il 50% cambierebbe qualcosa per piacere agli altri. Il 49% ha fatto una dieta e il 24% si è procurato dolore fisico. In questi ultime statistiche il primato è, purtroppo, delle ragazze.

 

GUARDA ANCHE LA GALLERIA FOTOGRAFICA: