AIDS

Aids, bimba sudafricana "virtualmente" guarita: da 8 anni non prende più farmaci per l'HIV

Di Niccolò De Rosa
aids-nf
26 Luglio 2017
La piccola aveva contratto il virus alla nascita ma fu subito sottoposta a prolungate terapie retrovirali. Ora ha nove anni e, benché non del tutto fuori pericolo, non mostra da tempo i sintomi dell'infezione
Facebook Twitter More

In Sudafrica una bambina di nove anni è "virtualmente" guarita dall'AIDS.

Ad annunciarlo sono gli scienziati che hanno esposto il caso durante la nona Conferenza internazionale sull' Aids tenutasi a Parigi in questi giorni.

 

Hiv scomparso da 8 anni

La bambina, il cui nome non è stato rivelato per tutelarne la privacy, era risultata sieropositiva dopo solo un mese di vita ma nonostante la tenerissima età e le prassi dell'epoca, venne subito sottoposta ad una terapia retorvirale che durò ben 40 settimane.

Tale trattamento fece calare drasticamente il livello di HIV nel sangue della bimba e dopo un periodo di osservazione in cui il virus non si manifestò, la terapia fu interrotta.

Ora, dopo 8 anni senza alcun farmaco specifico, la piccola è stata sottoposta ad una serie di analisi, le quali hanno riscontrato una minima presenza del virus nelle cellule immunitarie, senza però trovare alcuna traccia di infezioni in corso.

 

«Non crediamo che la terapia antiretrovirale da sola possa portare alla remissione - ha affermato Avy Violari, principale autore della ricerca pediatrica alla Perinal Hiv Research Unit di Johannesburg -. Non conosciamo il motivo per cui questa bambina abbia ottenuto la remissione, ma crediamo sia collegata alla genetica o al sistema immunitario»

 

Questo è il terzo caso di cui un cura precoce ha portato a risultati apprezzabili: nel 2010, la celebre "Mississipi baby" venne sottoposta alle cure anti-virali dopo solo 30 ore di vita e, al termine dei 18 mesi di terapia, riuscì a rimanere 27 mesi senza farmaci prima della ricomparsa del virus HIV. Un bimbo francese nato nel 1996 invece, iniziò a 3 mesi un trattamento anti-HIV che si protrasse a fasi alterne fino al settimo anno d'età, dopo di che non dovette più assumere medicinali per 11 anni.

 

Il pericolo non è ancora passato

Le statistiche sono ancora troppo esigue per affermare di aver trovato una soluzione definitiva al problema AIDS, ma i passi avanti sono incoraggianti, benché il cammino sia ancora lungo e tortuoso.

Ad oggi infatti si calcola che nel mondo vivano ancora 36,7 milioni di persone affette dal virus Hiv (in Italia, dall'inizio degli anni '80 sono stati attestati circa 68mila casi) , ma solo il 53% riesce ad accedere alla terapia anti-retrovirale.

 

FONTE: BBC; NIH (National Institute of Allergy and Infectious Diseases)