Bambini orfani

Anna e Matteo hanno perso i genitori ma la zia è pronta a crescerli insieme ai suoi tre figli

fratelliniorfani
24 Maggio 2016
Anna e Matteo sono due fratellini della provincia di Rovigo rimasti orfani di entrambi i genitori. Ora vivranno con la zia e tre cuginetti. La loro storia è commovente, e sono in molti ad essersi mobilitati ad aiutarli, anche grazie alla raccolta fondi organizzata dal parroco del paese. 
Facebook Twitter Google Plus More

Anna, 9 anni, e Matteo, 6, due fratellini come tanti, ma che il destino ha messo a dura prova: il 3 febbraio un tumore ha portato via la loro mamma, e tre mesi dopo, sempre per lo stesso male, se ne è andato anche il papà.

 

Ma Anna e Matteo non sono soli, infatti la sorella  minore del loro papà li ha accolti a braccia aperte. La zia Elisa, 38 anni,  è mamma di due bambini, Leonardo e Filippo, ed è in attesa di un terzo: Jacopino.

Il marito di Elisa, Riccardo Cattaneo è stato subito d'accordo nel prendere in affido i due nipotini.  "I genitori di Anna e Matteo resteranno sempre Maurizio e Simona, questo non potrà mai cambiare. Ma per noi saranno come dei figli, di certo non li ameremo meno dei nostri, così come li sgrideremo allo stesso modo quando sarà necessario" dice Elisa al Corriere della Sera. 

 

Certo non sarà facile quando arriverà il piccolino, ma quando c'è amore e affetto le soluzioni si trovano. 
"Per ora i tre più grandi dormono nella stessa stanza, ci sono un letto a una piazza e mezzo e un letto singolo e ogni sera decidono come combinarsi, per loro è un gioco. Mentre Leonardo, che ha 19 mesi, dorme con noi. Poi quando arriverà Jacopino vedremo come fare".

 

Questa storia ha commosso molte persone. E gli atti di solidarietà non sono mancati.

Il giorno dei funerali di Maurizio don Fabio Bolognesi, parroco di Lusia (Rovigo), aveva lanciato un appello per raccogliere donazioni su un conto della Caritas parrocchiale. E la risposta della gente è stata sorprendente: sono arrivate donazioni da tutta Italia, da Salerno, da Firenze, da Bologna, da Padova, da Trento.

Fino ad ora sono stati raccolti cinquemila euro che serviranno al futuro dei due fratellini.
Ma si sta già pensando anche ad altre iniziative per aiutarli. 

Leggi anche: Adottare un bambino