Attentato terroristico

Attacco terroristico a Manchester: 22 vittime e 59 feriti

manchester
23 Maggio 2017
Strage a Manchester al termine del concerto di Ariana Grande. Ci sarebbero 22 vittime, tra cui forse bambini, e 59 feriti. Morto anche l'attentatore. Ora la polizia sta indagando per capire se l'uomo abbia agito da solo o  collegato a una rete. 
Facebook Twitter More

Notte di terrore a Manchester (Gran Bretagna). Poco dopo le 22.30 di ieri, appena terminato il concerto di Ariana Grande alla Manchester Arena, c'è stata una forte esplosione provocata da un attacco kamikaze. Per ora le autorità parlano di 22 morti, 59 feriti e diversi dispersi. Secondo la polizia tra le vittime ci sarebbero anche dei bambini. 

Il capo della polizia, Ian Hopkins, ha affermato che si tratta di un attentato terroristico e che l'autore della strage sarebbe morto. Ora si sta indagando se l'uomo ha agito da solo o con l'aiuto di complici. 

Leggi anche: Come spiegare il terrorismo a bambini e ragazzi

 

La Manchester Arena è una delle strutture più grandi d'Europa, con una capienza di oltre 21 mila posti. E ieri sera per il concerto della pop star americana era affollata di giovani e giovanissimi. 

L'esplosione sarebbe avvenuta alle 22.30 locali nella zona del foyer, non lontano dalla biglietteria, subito fuori dagli spalti.

In un primo momento chi si trovava all'interno della struttura ha pensato a un incidente. Ma quando è stato chiaro che si trattava di qualcosa di più grave, la folla è fuggita per le strade ed è scattata la catena della solidarietà: per tutta la notte i tassisti hanno accompagnato gratuitamente chi doveva tornare a casaFacebook ha attivato il Safety Check per aiutare la comunicazione tra chi era al concerto e i loro familiari a casa.

 

Ariana Grande ha fatto sapere dal suo portavoce di star bene ma di essere "inconsolabile" e "devastata" da quello che è successo.