Infanzia e vecchiaia

Bambini felici, anziani sereni: i benefici di un'infanzia felice si ripercuotono fino in tarda età

Di Niccolò De Rosa
coppia-anziani-felici
28 Novembre 2016
Uno studio americano dimostra che chi ha trascorso un'infanzia felice sviluppa maggiori capacità di gestire le proprie emozioni, il che aiuta ad intrecciare relazioni durature con il proprio partner e ad affrontare con maggiore serenità i problemi della vita.
Facebook Twitter More

Chi ben comincia è a metà dell'opera, dice un famoso detto, e lo studio americano pubblicato su Psychological Science pare confermare in termini strettamente scientifici il popolare motto.

 

La ricerca, condotta dal team guidato da Robert Waldinger (Harvard) e Marc Schulz (Bryn Mawr College), ha infatti tracciato un collegamento diretto tra la felicità ed il successo delle relazioni di un adulto in là con gli anni e la sua infanzia, giungendo alla conclusione nemmeno troppo scontata che chi ha vissuto anni d'infanzia felici, avrà maggiori probabilità di vivere un'esistenza serena e di intrecciare rapporti duraturi con il prossimo.

 

78 anni di monitoraggio

Tale correlazione è stata riscontrata grazie all'approfondito studio di un database contenente informazioni su 81 uomini che, fin dall'adolescenza, venivano regolarmente intervistati circa la loro condizioni famigliari, il rapporto con i genitori, il tipo di amicizie intrattenute, i successi e gli insuccessi lavorativi, le realizzazioni personali e l'andamento della loro vita sentimentale.

Tutti questi dati venivano puntualmente registrati, analizzati ed archiviati, così da delineare una gigantesco puzzle di racconti di vita ed esperienze condivise.

 

Gli studiosi hanno dunque potuto verificare che i soggetti che nei primi anni di vita avevano conosciuto ambienti famigliari accoglienti e amorevoli, avevano sviluppato atteggiamenti positivi per relazionarsi con la propria dolce metà e affrontare le difficoltà della vita.

 

«Il nostro studio mostra che le influenze dell'esperienza infantile possono sortire i propri effetti perfino quando le persone raggiungono 80 anni d'età, incidendo su quanto felici e sicuri saranno i loro matrimonio da anziani - spiega il Dott. Robert Waldinger - Abbiamo tracciato questo collegamento in parte perché un'infanzia più amorevole stimola una miglior gestione delle emozioni e grandi abilità relazionali nel corso della vita, e in parte perché tali capacità sono indici di matrimoni saldi anche in età avanzata».

(Leggi anche: come gestire le emozioni dei bambini)

 

Le infinite variabili che possono influire sull'esistenza di un soggetto potrebbero porre qualche dubbio sugli esiti di questa ricerca, ma altri studi, sebbene non direttamente collegati al lavoro di Waldinger e Schulz, non possono che confermare come la qualità dell'ambiente in cui muoviamo i primi passi sia fondamentale per il benessere psico-fisico e relazionale di qualsiasi essere umano.

 

FONTE: Psychological Science.org