News

Bimba di due mesi in ospedale per lesioni gravi: indagato il padre

torino-mole
01 Agosto 2017
L'uomo è accusato di lesioni gravi nei confronti della figlia, bimba di due mesi e mezzo ricoverata all'ospedale Regina Margherita di Torino, dove era arrivata con ferite al cranio e fratture alle costole. La prognosi della bambini resta riservata, ma le condizioni sembrano migliorare.
Facebook Twitter More

Il padre di una bimba di due mesi e mezzo, ricoverata da alcuni giorni all'ospedale Regina Margherita di Torino, è indagato dalla Procura di Vercelli.

L'uomo è accusato di maltrattamenti e lesioni gravi.

 

Il padre ha ammesso di essere il responsabile delle ferite della figlia. La piccola era stata ricoverata all'ospedale Sant'Andrea di Vercelli, perché presentava segnali di malessere. Trasferita a Torino e ricoverata in prognosi riservata in Rianimazione, con trauma cranico e diverse costole rotte, le sue condizioni stanno migliorando da ieri.

 

"Piangeva, non sapevo come farla smettere" ha raccontato il padre agli inquirenti. Si sarebbe anche giustificato dicendo di aver abbracciato la piccola troppo forte. E di averla "strattonata" perché non "smetteva di piangere".

 

Inizialmente l'inchiesta era stata condotta a carico di ignoti, per poi indirizzarsi all'ambiente familiare: padre, madre e nonna. La bimba viveva in un contesto difficile già noto ai servizi sociali del Comune.

 

"Non scuotete i neonati", si rischiano danni gravi