lotta contro il cancro

Arrivano in Italia le Baby Pelones, le bambole senza capelli simbolo della lotta contro il cancro infantile

Di Sara Sirtori
laurapausiniguille
11 Settembre 2019
Le Baby Pelones, le bambole senza capelli simbolo della lotta contro il cancro infantile, sono ora in vendita anche in Italia e si preparano a essere commercializzate in tanti altri Paesi. Queste bambole rientrano in un progetto per sostenere l’Oncologia Pediatrica dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.
 
Facebook Twitter More

La Fondazione Juegaterapia, che aiuta in Spagna i bambini malati di cancro, ha messo in vendita in Italia le Baby Pelones, bambole senza capelli e con foulard, omaggio ai bambini affetti da tumori.

In Italia, Juegaterapia ha intrapreso una collaborazione con l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano (INT) e in particolare con la Pediatria Oncologica.

 

 

La Fondazione Juegaterapia ha già donato le Baby Pelones ai bambini ricoverati in Oncologia Pediatrica negli ospedali di Spagna, Brasile, Colombia, Portogallo, Argentina, Messico e Miami e ora la Fondazione si prepara a commercializzarla in altri Paesi. In Italia è possibile acquistare i modelli con foulard disegnati da Laura PausiniDavid BisbalShakiraRicky Martin e Teresa, una piccola combattente.

 

Con i fondi raccolti, Juegaterapia ha realizzato in Spagna vari progetti come "El Jardín de Mi Hospi" (giardini sui tetti degli ospedali) o "Stazioni lunari" (stanze di isolamento arredate con temi dedicati allo spazio). Inoltre, grazie alle vendite dei Baby Pelones, è stato aperto un nuovo percorso - Juegaterapia Investigación - per finanziare studi sul cancro infantile.

 

L’iniziativa della Fondazione Juegaterapia conta sulla collaborazione di molti Vip, tra cui Laura Pausini che ha disegnato alcuni dei foulard delle bambole.
E’ possibile acquistare le bambole presso i punti vendita La Giraffa, Rocco Giocattoli e online su Amazon.

 

In Italia, il progetto che verrà finanziato presso la Pediatria Oncologica INT sarà finalizzato allo studio molecolare dei tumori rari dell’infanzia, il cui gruppo cooperativo europeo è coordinato da INT.

 

Lo studio, coordinato dal dott. Andrea Ferrariresponsabile Progetto Giovani della Pediatria dell’Istituto e coordinatore di EXPeRT (European Cooperative Study Group on Pediatric Rare Tumors) e dal dott. Stefano Signoroniricercatore INT, inizierà a valutare il tumore del colon-retto, una neoplasia tipica dell’adulto che può però insorgere anche in età pediatrica, in genere con casi molto aggressivi.

 

Ecco il video sulle Baby Pelones in arrivo in Italia: