Canone Rai

Canone Rai: oggi la scadenza per chiedere l'esonero. Ecco le categorie esentate

Di Niccolò De Rosa
remote-control-989513_640
16 Maggio 2016
Condizioni e parametri di pagamento, scadenza ed esenzioni per la nuova formula del canone Rai che arriverà direttamente con la bolletta della luce.
Facebook Twitter More

Oggi scadono i termini per inviare la Dichiarazione sostitutiva utile per gli esoneri previsti dalla legge nel pagamento del Canone Rai.

Chi non riuscisse a inviare il modulo entro oggi (16 maggio) dovrà pagare; presentando però la dichiarazione entro il 30 giugno, il richiedente potrà avvalersi dell’esonero solo per un semestre, risparmiando così sulla seconda parte del 2016.

 

Il canone prevede il pagamento (100€) per la detenzione di un apparecchio Tv; differentemente rispetto agli anni passati, dal 2016 questo possesso è presunto nei confronti dei titolari di utenza di fornitura elettrica ad uso domestico residenziale.

Ciò significa che l'addebito sarà a carico dell'intestatario della bolletta, coprendo anche gli altri componenti del nucleo famigliare (ES: i figli e/o il coniuge).

 

Se marito e moglie appartengono alla medesima famiglia anagrafica, il canone è dovuto una sola volta, anche in quei casi in cui il marito era intestatario dell'elettricità mentre la moglie pagava la Rai.  Non serve alcuna dichiarazione sostitutiva, perché l'emolumento sarà automaticamente inviato al marito (o chi paga l'utenza di fornitura elettrica).

 

Quando si può non pagare il canone?

 

Sono esclusi dal pagamento coloro che non possiedono un apparecchio televisivo. Essi dovranno compilare il Quadro A del Modulo di Dichiarazione Sostitutiva relativa al Canone di abbonamento alla televisione per uso privato.

 

Anche coloro che avevano già  dato disdetta del Canone per suggellamento dovranno compilare il medesimo modulo. Chi invece si era precedente avvalso di disdetta ma ora possiede un apparecchio televisivo, dovrà presentare una “Dichiarazione di variazione dei presupposti” contenuta nel Quadro A (andando incontro all’addebito del canone dal mese in cui la richiesta verrà presentata).

 

Esenti anche i pensionati Over 75 che detengano un reddito inferiore a 6.713 €, i quali potranno rivolgersi all'Agenzia delle Entrate e compilare un modulo a parte.