News

Charlie Gard: trascorrerà i suoi ultimi giorni in un hospice

genitoricharliegard
27 Luglio 2017
Ancora poche ore per mettersi d'accordo su Charlie Gard. Come far trascorrere al piccolo i suoi ultimi giorni di vita? Lo devono decidere medici e genitori. Lo ha stabilito il giudice Francis dell'Alta Corte di Lontra. Per ora, la decisione dei genitori: Charlie non morirà a casa, ma nell'hospice.
Facebook Twitter More

Secondo i genitori il piccolo Charlie deve poter tornare a casa. Secondo l'ospedale che lo ha il cura, il Great Osmond Street Hospital, no. Il ventilatore che lo tiene in vita non entra nella loro casa.

 

Charlie può andare in un hospice

Ieri sera, la svolta. I genitori di Charlie hanno acconsentito che il piccolo non venga portato a casa, ma venga condotto nell'hospice, un centro per malati terminali, dove trascorrerà i suoi ultimi giorni di vita. La decisione è stata fatta trapelare dall'avvocato dei Gard, Grant Amstrong. 

Però non c'è ancora accordo su come il piccolo debba trascorrere i suoi ultimi giorni. Interrompere o non interrompere la ventilazione artificiale del piccolo? 

 

Peccato che il tempo stringe e il giudice Francis dell'Alta Corte di Londra ha stabilito che entro mezzogiorno (le 13 in Italia) medici e genitori del bimbo debbano trovare un accordo.  

 

Leggi anche: chi è il piccolo Charlie Gard

 

Due giorni fa i genitori del bambino hanno annunciato di voler porre fine alla loro battaglia: "E' tempo che vada e che stia con gli angeli".