News

Come spiegare il terrorismo a bambini e ragazzi

isisbandiera
20 Luglio 2016
Sono sei consigli che Telefono Azzurro ha pubblicato per aiutare bambini e ragazzi ad affrontare l'impatto con eventi terroristici e per sostenerli nella gestione delle paure e delle angosce.
Facebook Twitter More

"Proteggete i vostri bambini e non partecipate alla diffusione di contenuti violenti". La polizia francese aveva chiesto nei giorni scorsi su Twitter a genitori e insegnanti di non mostrare le immagini scioccanti dell'attentato a Nizza.

 

Proteggere. Però non ignorare quello che provano. Perché in generale, nel caso di eventi così gravi, non bisogna ignorare le paure di bambini e ragazzi, ma rassicurarli. Lo riferisce Telefono Azzurro, in sei consigli per spiegare ai bimbi che cos'è il terrorismo e come affrontare questo momento insieme a loro.

 

Scopriamo quali sono.

 

  1. Accogliere domande e paure: a partire da quello che esprimono e dalle loro curiosità, sentitevi liberi di chiedere cosa ne pensano, cosa ne pensano i loro amici e se ne hanno già parlato con qualcuno.
  2. Aiutarli a tornare nella routine: continuate con la vita di tutti i giorni. Ricordare loro che nel mondo c’è ancora bontà, anche negli atti più semplici.
  3. Prestare attenzione a sentimenti ed emozioni: comunicare loro che è assolutamente comprensibile provare forti sentimenti di ansia o paura quando si viene a conoscenza di eventi drammatici e cruenti come quelli ai quali si sta assistendo.
  4. Tranquillizzare, dunque e, dopo averne parlato, ricordare loro che sono al sicuro.
  5. Coinvolgere, non ostacolando mai le iniziative del bambino, il suo desiderio di essere altruista con atti di solidarietà o gesti simbolici: in queste occasioni si può riscoprire la forza dello stare insieme
  6. Rivolgersi ad esperti: sia bambini che ragazzi, ma anche adulti possono chiamare la linea gratuita 1.96.96 oppure scrivere a www.azzurro.it/chat