Ritorno a scuola

Come vestirsi a scuola: le regole e i divieti di alcuni istituti

Di Chiara Dalla Tomasina
15 Settembre 2017
Sabina Fortunati, la preside dell’Istituto tecnico Leonardo da Vinci-Belluzzi di Rimini, non ne poteva più di vedere i suoi studenti con un look trasandato a scuola. Così ha imposto loro un regolamento, secondo il quale i ragazzi non potranno indossare più, all'interno dell'istituto,  shorts cortissimi, magliette e jeans strappati, ciabatte, infradito, T-shirt troppo corte o trasparenti e canottiere. Chi trasgredisce almeno tre volte riceverà un richiamo e, se persiste, anche una nota. Nella gallery i 'divieti' della preside...
Facebook Twitter More
divietoscuola

Banditi dalla preside Fortunati i jeans iper strappati, che tanto piacciono alle ragazze (di tutte le età)

divietoscuola3

Anche le magliette bucate e stropicciate non sono ben viste dalla preside dell'istituto tecnico Leonardo da Vinci-Belluzzi di Rimini

divietoscuola4

Le ciabatte a scuola: la preside di Rimini si oppone strenuamente (e fa bene, perché sono orribili!)

divietoscuola5

Il cappellino da baseball non va più tenuto in classe secondo i dettami della solerte preside. E qui si tratta di semplice educazione

divietoscuola6

Jeans strappati: un no secco nell'istituto di Rimini (e in altre scuole)

divietoscuola8

Le gonne troppo corte non sono ben viste: dopo tre richiami scatta la nota sul registro

divietoscuola11

Il cappellino da baseball è vietato sia per lui che per lei

divietoscuola15

Gli shorts troppo corti? Se li metti vieni richiamato formalmente sul registro

divietoscuola19

La canotta, altro capo che deve restare fuori da scuola secondo la preside Sabina Fortunati

divietoscuola20

Anche le tanto amate infradito dovranno restare al mare: in classe non sono benvolute dalla preside

divietoscuola18

Buchi e strappi, banditi all'istituto tecnico Leonardo da Vinci-Belluzzi di Rimini

divietoscuola17

Le ciabatte col pelo, trend di stagione bloccato dalla solerte preside (per fortuna)

divietoscuola1

Altri istituti superiori, negli anni, hanno vietato look ai propri studenti: c'è chi aveva bandito il trucco troppo pesante, come l'istituto Ciro Pollini di Mortara (PV)...

divietoscuola9

...anche perché qualche studentessa esagerava...

divietoscuola12

...e si faceva prendere - diciamo così - un po' la mano con matita e mascara...

divietoscuola2

Altri istituiti hanno vietato il fumo anche all'interno del cortile della scuola. Non tutti - a dir la verità - e sempre con fortissime proteste degli studenti (che trovavano sempre un modo per fumare di nascosto)

divietoscuola10

Gli istituti superiori nel 2007 avevano bandito i cellulari in classe. Ma senza whatsapp un adolescente non può sopravvivere! Quindi, oggi, arriva l'apertura di Valeria Fedeli: il 15 settembre sono partiti due gruppi di lavoro per rivedere le indicazioni nazionali

divietoscuola13

Tante scuole hanno imposto look più sobri per le ragazze, che spesso oltrepassavano un po' la soglia del buon gusto anche a scuola...

divietoscuola14

Altri istituti superiori, in passato, hanno vietato i baci tra gli studenti, dentro e nelle immediate vicinanze della scuola. Nel 2010, a Pordenone, l'Istituto Commerciale Mattiussi emanò una circolare in cui si imponeva ai professori di vigilare sulle effusioni ritenute sconvenienti

divietoscuola16

La pancia di fuori, croce (delle mamme) e delizia (delle figlie). Chi la spunta? In molte scuole è 'vietata'. All'istituto tecnico per il Turismo Marco Polo di Rimini c'era stata un'accesa protesta delle studentesse nel 2003

Banditi dalla preside Fortunati i jeans iper strappati, che tanto piacciono alle ragazze (di tutte le età)
Facebook Twitter More