Insegnante

Compiti a casa: assolta l'insegnante accusata di aver sgridato un alunno

Di Niccolò De Rosa
scuola-nf
17 Novembre 2016
Accusata di aver maltrattato uno studente che si era fatto aiutare con i compiti a casa, la maestra rischiava fino ai sei mesi di reclusione
Facebook Twitter More

È finito il 14 novembre scorso il piccolo calvario giudiziario di Giuseppina Pianu, maestra elementare del piccolo paese di Uta, in provincia di Cagliari, che nel 2010 era stata portata in tribunale per aver sgridato un alunno che si era fatto aiutare da mamma e papà per svolgere i compiti a casa.

 

Secondo i genitori dello studente infatti, l'insegnante era stata rea di aver umiliato il ragazzo davanti alla classe, insinuando che non avesse le facoltà mentali per cavarsela da solo con i compiti. Il Pubblico Ministero era arrivato perfino a chiederne sei mesi di reclusione per "abuso di mezzi di correzione".

 

Ora però la sentenza del Tribunale di Cagliari ha assolto la maestra, decretando che il rimprovero di fronte ai compagni non può essere considerato uno strumento eccessivo nella condotta formativa di un insegnante.

 

Fonte: Repubblica.it; Ansa