Ricerca

Comportamenti poco "sani" per i ragazzi che hanno avuto i genitori in carcere

Di Sara De Giorgi
adolescentefumo
20 Luglio 2018
Uno studio ha scoperto che i giovani adulti americani che hanno avuto genitori in carcere durante l'infanzia non sarebbero tempestivi nelle cure mediche e avrebbero comportamenti poco sani. "I bambini sono le vittime invisibili della carcerazione di massa"
Facebook Twitter More

Secondo un recente studio americano i giovani adulti che hanno avuto genitori in carcere durante l'infanzia avrebbero maggiore propensione a non svolgere tempestivamente le cure mediche e avrebbero anche comportamenti poco salutari.

 

In particolare, dalla ricerca, pubblicata su Pediatrics, è emerso che i giovani adulti che avevano un genitore in prigione durante l'infanzia manifesterebbero maggiori probabilità di saltare le cure mediche necessarie, di fumare sigarette, di intraprendere comportamenti sessuali a rischio e di abusare di alcool, di farmaci e di droghe illecite.

 

 

Inoltre, i ragazzi che avevano madri in carcere avrebbero anche il doppio delle probabilità di avere rapporti sessuali in cambio di denaro, mentre quelli con storie di incarcerazione del padre avrebbero 2,5 volte in più la probabilità di usare droghe per via endovenosa.

 

"Gli Stati Uniti hanno i più alti tassi di incarcerazione nel mondo: dato il numero crescente di genitori, in particolare di madri, in prigione, il nostro studio intende richiamare l'attenzione sulle vittime invisibili, ossia i loro figli", ha detto l'autrice principale dello studio Nia Heard-Garris, Pediatra presso "Ann & Robert H. Lurie Children's Hospital" di Chicago e Istruttrice di Pediatria della "Northwestern University Feinberg School of Medicine".

 

LEGGI ANCHE: 10 modi per dare il buon esempio ai bambini

 

Nello specifico, i ricercatori hanno analizzato i dati di indagini nazionali svolte su oltre 13.000 giovani adulti (età 24-32), scoprendo che il 10% di loro aveva avuto un genitore in carcere durante l'infanzia. I partecipanti avevano in media 10 anni la prima volta che i loro genitori vennero messi in prigione. Inoltre, tra i giovani adulti neri vi era una maggiore percentuale di ragazzi con genitori detenuti o ex-detenuti.

 

"Questi dati sottolineano che i bambini sono le vittime invisibili della carcerazione di massa. Il nostro paese non ha pensato ai costi indiretti", ha detto il Dott. Winkelman, coautore della ricerca. "Questo studio è un altro passo in avanti nella comprensione dell'impatto dei nostri sistemi di giustizia penale".

 

Ricerche precedenti hanno dimostrato anche che le persone con una storia di incarcerazione genitoriale presentano tassi più elevati di asma, HIV / AIDS, ritardi nell'apprendimento, depressione, ansia e disturbo da stress post-traumatico.

 

"Vi è una probabilità più alta che questi giovani rinuncino alle cure mediche e che intraprendano comportamenti non salutari", ha affermato Heard-Garris. "Individuando gli specifici comportamenti dannosi per la salute che questi ragazzi dimostrano, il nostro studio potrebbe essere un primo passo verso la ricerca di modi più precisi per mitigare i rischi per la salute di questi giovani".

 

TI POTREBBE INTERESSARE: