Cyberbullismo

Cyberbullismo: una nuova app avvisa i genitori

Di Sara De Giorgi
bullismo
14 Giugno 2018
No al cyberbullismo! Alcuni ricercatori americani hanno realizzato una nuova tecnica che individua i commenti pericolosi su social network, dando immediatamente l'allarme. Il team di informatici ha anche realizzato un'app gratuita per telefoni Android, BullyAlert, che consente ai genitori di ricevere avvisi quando i loro figli sono oggetto di bullismo su Instagram.
Facebook Twitter More

Continua la lotta al cyberbullismo. Alcuni ricercatori dell'Università del Colorado Boulder hanno progettato una nuova tecnica che individua gli attacchi personali più brutti su social network come, ad esempio, Instagram.

 

L'innovativo studio, realizzato e pubblicato da CU Boulder'sCyberSafety Research Center, sostiene che questo nuovo approccio tecnologico combina diversi strumenti informatici (tool) che scansionano enormi quantità di dati sui social media, inviando avvisi ai genitori o agli amministratori di rete per avvertirli nel momento in cui si verificano abusi.

 

LEGGI ANCHE: Cyberbullismo, cos'è e come riconoscerlo

 

Richard Hanco-autore dello studio, ha detto che la tecnologia è anche molto veloce e richiede un modesto investimento in potenza del server.

 

"Ultimamente la risposta delle reti di social media alle notizie false ha iniziato a migliorare, anche se ci sono volute gravi conseguenze per raggiungere questo risultato", ha dichiarato Han, professore associato presso il Dipartimento di Informatica. "La risposta deve essere altrettanto forte per il cyberbullismo".

 

Il gruppo di ricercatori ha anche realizzato un'app gratuita per telefoni Android che consente ai genitori di ricevere avvisi quando i loro figli sono oggetto di bullismo su Instagram.

 

TI POTREBBE INTERESSANTE: 10 consigli per mettere a tappeto i bulli 

 

Shivakant Mishra, altro co-autore della ricerca e professore di Informatica, ha spiegato che l'app si chiama BullyAlert e ha affermato: "Come genitore, so che molte volte non siamo pienamente a conoscenza di ciò che i nostri figli stanno facendo sui social network. Una app come questa, che ci informa quando qualcosa di problematico sta accadendo, ha un valore inestimabile."

 

I ricercatori di CyberSafety hanno impiegato dapprima esseri umani (esperti), che hanno insegnato a un programma per computer come separare i commenti online "neutri" dagli abusi.

 

Successivamente hanno progettato un sistema particolare: quando un utente carica un nuovo post, i tool eseguono subito una rapida scansione dei commenti. Se questi sembrano "discutibili" o pericolosi, allora quel post riceve un'alta priorità che indica che sono necessari ulteriori controlli. Ma se i commenti sembrano tutti "normali", il sistema scarica il post in fondo alla coda.

 

TI POTREBBE INTERESSARE: