Depressione post parto

Depressione post parto: giovane madre soffoca il bimbo e si impicca

cecilia
23 Maggio 2016
Cecilia Frassine, 22 anni, austriaca di origine italiana, era in vacanza sul lago di Bolsena con la madre e il figlioletto di 4 mesi. Ma nella notte di sabato qualcosa è scattato: la depressione ha avuto la meglio e ha spinto la giovane al tragico gesto. 
Facebook Twitter Google Plus More

Cecilia era sola, almeno così si sentiva. Non è bastata la presenza della madre in quel bungalow dove erano in vacanza sul lago di Bolsena a salvarla né il figlioletto che aveva appena dato alla luce. La depressione post partum l'ha sopraffatta spingendola al gesto estremo: prima soffocare il suo piccolo e poi impiccarsi usando la fascia porta bebè come cappio. 
Così l'hanno ritrovata: appesa a un albero mentre il neonato giaceva ai suoi piedi coperto da un giaccone. 


"Nessun giallo dicono gli investigatori di Montefiascone, in provincia di Viterbo, dov’è avvenuto il ritrovamento. Ma solo una giovane mamma che si vedeva sconfitta" riporta il Corriere della Sera.  

 

Cecilia Frassine, austriaca di origine italiana era una ragazza madre di solo 22 anni: da quattro mesi aveva partorito Matteo e con la madre era in Italia a fare una vacanza nel campeggio dove veniva da piccola. 


Ma sabato sera Matteo non ne voleva sapere di dormire, urla e strilli di neonato, così Cecilia l'ha preso e lo ha portato fuori, "per farlo addormentare".

Ma dopo qualche ora non era ancora tornata e la madre ha capito subito che qualcosa non andava ed è corsa dai carabinieri. 


L'hanno cercata tutta la notte, carabinieri, uomini della Croce rossa, volontari... 
E alla mattina l'hanno ritrovata nel bosco. A solo un chilometro dal campeggio.
Ora sui due corpi verranno effettuate le autopsie, ma da un primo accertamento dei medico legale, la tragedia sarebbe accaduta poco dopo l’uscita dal bungalow. 

 

Leggi anche: Depressione post parto: in Lombardia ne soffre una mamma su tre