Difficoltà comprensione

Ecco perché i bambini faticano a capire in mezzo al rumore

Di Niccolò De Rosa
bambini-ascoltare
13 Febbraio 2019
Alcuni scienziati belgi hanno individuato nel tardo sviluppo della corteccia cerebrale il motivo per cui i più piccoli hanno difficoltà a concentrarsi verso un singolo suono in mezzo al rumore di sottofondo 
Facebook Twitter More

I bambini - ve ne sarete accorti anche voi - faticano a concentrarsi su una singola voce quando si trovano in mezzo ad un ambiente particolarmente rumoroso.

 

Il motivo, stando ad una recente ricerca effettuata da alcuni studiosi belgi, risiede nel particolare sviluppo del cervello umano.

 

L'effetto 'Cocktail Party'

La capacità di focalizzarci verso una sola fonte sonora in mezzo al trambusto è una specifica skill del nostro sistema cognitivo che gli scienziati hanno ribattezzato "effetto Cocktail Party".

 

 

Il nome viene dall'esemplificativa immagine che descrive il funzionamento di tale meccanismo: siete ad un cocktail party affollato e incontrate un conoscente. Nonostante il baccano causato dagli invitati e la musica alta, riuscite comunque a capire cosa il conoscente vi stia dicendo perché vi state concentrando sulla sua voce.

Ecco, la capacità di eliminare il rumore in eccesso e "discriminare" solo il suono che vogliamo sentire è l'effetto Cocktail Party.

 

I bambini però sembrano molto impacciati nell'esercizio di tale facoltà e gli autori della ricerca apparsa su JNeurosci hanno provato a fare luce sulle motivazioni dietro a questa difficoltà.

 

Lo studio

il Team coordinato da Marc Vander Ghinst ha utilizzato la magnetoencefalografia per misurare le risposte delle cortecce cerebrali di un gruppo di adulti e un gruppo di bambini tra i sei e i nove anni.

Entrambi i gruppi sono stati osservati durante l'ascolto di alcune registrazioni che raccontavano una storia "mixata" insieme ad alcuni rumori di sottofondo, come se ci si trovasse in mezzo a tante altre conversazioni.

 

 

I risultati hanno confermato le maggiori difficoltà dei bambini nel concentrarsi sulla voce narrante e sulla scansione delle singole sillabe, indipendentemente dall'intensità del rumore di sottofondo.

 

Si è così capito come l'abilità di esercitare "l'effetto Cocktail Party" debba svilupparsi piuttosto tardi nell'infanzia, quasi a ridosso dell'adolescenza.

 

Dunque se i vostri figli faticano a comprendere le vostre parole nel bel mezzo di un centro commerciale affollato non preoccupatevi (e non spazientitevi) troppo. È la corteccia cerebrale che deve ancora entrare nel pieno delle proprie funzioni.