News

Fecondazione eterologa: sono gemelli i primi due bimbi nati in Italia

neonatigemelli
10 Marzo 2015
Sono due gemelli, un maschio e una femmina. Hanno pochi giorni di vita e sono i primi bambini nati in Italia grazie alla donazione di ovociti di una volontaria italiana. Sono nati a Roma. Un traguardo reso possibile il 9 aprile 2014, data in cui la Corte Costituzionale ha cancellato il divieto di usare la fecondazione eterologa. 
Facebook Twitter More

Sono un maschietto e una femminuccia. Sono nati a Roma e mamma e bambini stanno bene.

 

Una donna di 47 anni e che da 15 cercava di avere un figlio è diventata mamma pochi giorni fa, grazie alla donazione di ovociti da parte di una donatrice italiana.

 

Questo l'annuncio fatto dal ginecologo Pasquale Biletta, che dirige la clinica Alma Res Fertility, dove sono nati i gemellini. I bimbi sono venuti alla luce quattro settimane prima del dovuto, con taglio cesareo. 

 

Il maschietto è ancora in ospedale, in incubatrice, ma sta bene. Mentre la sorellina è nella sua culla a casa insieme a mamma e papà.

 

Per la fecondazione è stato utilizzato il seme del marito e, per scegliere la donatrice, è stata  verificata la compatibilità del gruppo sanguigno e le caratteristiche fenotipiche (colore, occhi e capelli). L'inseminazione artificiale è stata effettuata tramite tecnica Icsi. I due embrioni sono stati trasferiti nell'utero della donna in stato di blastocisti, cioè sono stati prima mantenuti in incubatore filo al quinto giorno di sviluppo.

 

La notizia della nascita arriva a pochi giorni dagli undici anni della legge 40 sulla procreazione medicalmente assistita entrata in vigore il 10 marzo 2004.

 

Tutto questo è stato possibile dopo che la sentenza dell'aprile 2014 della Corte Costituzionale ha dichiarato illegittima appunto la norma della legge 40. 

 

Leggi anche: fecondazione eterologa, le prime gravidanza in Italia