Comportamento bambini

Genitori più anziani, bimbi meno problematici

Di Irma Levanti
bambini_aggressivita
16 Agosto 2019
Secondo i risultati di uno studio olandese, mamme o papà più in là con gli anni tendono ad avere figli meno aggressivi e attaccabrighe
Facebook Twitter More

In molti paesi, Italia compresa, la tendenza ormai è ben definita: per varie ragioni i figli si fanno sempre più tardi, con tutti i rischi che questo può comportare. Con l'aumentare dell'età dei genitori, infatti, aumenta la probabilità di anomalie cromosomiche e, specialmente nel caso dei papà, di disturbi dello spettro autistico.

 

Una buona notizia per neomamme e neopapà un po' in là con gli anni, però, c'è, ed è il fatto che i loro figli sembrano avere comportamenti meno problematici, in particolare per quanto riguarda l'aggressività.

 

Questa, almeno, è la conclusione alla quale sono giunti alcuni ricercatori olandesi dopo aver analizzato i dati relativi ad oltre 32 mila bambini olandesi di 10-12 anni d'età, i cui genitori avevano età comprese tra i 17 e i 68 anni. Come raccontato sulla rivista Child Development, i bambini con almeno un genitore più anziano sono apparsi meno a rischio di comportamenti problematici, apertamente sfidanti o fisicamente aggressivi. Non è emersa invece alcuna associazione con disturbi come ansia o depressione.

 

Secondo gli autori, questa associazione positiva tra età dei genitori e comportamento più rispettoso dei bambini potrebbe dipendere dal fatto che papà – e sopratutto mamme – più anziani sarebbero tendenzialmente in grado di creare un ambiente più favorevole alla crescita dei bambini, più sensibile e responsivo nei confronti dei loro bisogni. Anche il livello di istruzione e lo status socioeconomico dei genitori potrebbero giocare un ruolo, ma secondo i risultati riportati non si tratterebbe di un ruolo importante. D'altra parte, genitori più giovani potrebbero essere più impulsivi ed emotivi, e questo potrebbe ripercuotersi sul comportamento dei figli.

 

Come sempre in questi casi, vale la pena sottolineare che parliamo di associazioni (non di rapporti causa-effetto) e di tendenze: niente vieta che genitori giovani sappiano costruire un ambiente di crescita stimolante e positivo per i loro figli, trovandosi infine con bambini educati e rispettosi!