11 ottobre

Giornata Internazionale delle Bambine e delle Ragazze 2019

sposebambine
10 Ottobre 2019
11 ottobre: una giornata voluta dall’Assemblea delle Nazioni Unite, per promuove i diritti umani delle bambine. I dati raccolti, mettono in evidenza soprattutto le disuguaglianze tra i maschi e le femmine e tutte le varie forme di discriminazione e di abuso che le bambine del mondo subiscono
Facebook Twitter More

Una giornata, nata nel 2012, per sensibilizzare l'opinione pubblica e riconoscere i diritti di ragazze e bambine. L'11 ottobre ogni anno ricorre la International Day of the Girl Child, la Giornata Internazionale delle Bambine e delle Ragazze.

Tramite la Risoluzione 66/170 del 19 dicembre 2011, le Nazioni Unite hanno deciso di istituire questa giornata al fine di concentrare l’attenzione sui diritti delle più piccole e sulla necessità di promuoverne l’emancipazione. Il miglioramento delle loro condizioni di vita dipende non solo dalle loro famiglie, ma anche dalla comunità e dalla società intera.

 

Il tema del 2019 - GirlForce: Unscripted and Unstoppable 

 

Quasi 25 anni fa, a Pechino, in Cina, arrivarono circa 30.000 uomini e donne da quasi 200 Paesi, tutti determinati a riconoscere i diritti umani delle donne e delle ragazze. La conferenza culminò con l'adozione del "Bejing Declaration and Platform for Action", la "dichiarazione e piattaforma d'azione di Pechino" l'agenda politica più completa riguardo l'emancipazione delle donne.

Negli anni seguenti, l'agenda è stata ampliata per cercare un accordo sui salute sessuale e riproduttiva e per il diritto nella parità della retribuzioni.

Sempre più ragazze oggi frequentano e finiscono la scuola, sempre meno si sposano e hanno figlie da bambini, sempre più acquisiscono competenze per avere successo nel futuro mondo del lavoro.

Oggi questi movimenti si sono ampliati sempre più. Sono organizzati da e per ragazze adolescenti e  toccano tematiche come le spose bambini, la diseguaglianza nell'educazione, la violenza di genere, i cambiamenti climatici, l'autostima, i diritti delle ragazze di frequentare luoghi pubblici o di culto anche se mestruate. 

Le ragazze stanno dimostrando di essere inarrestabili e spontanee. Ecco perché quest'anno, con il tema "GirlForce: Unscripter and unstoppable" si celebrano i risultati raggiunti dalle ragazze da quando è stata adottata la dichiarazione e piattaforma d'azione di Pechino. 

Perché questa giornata è così importante?

 

La giornata Internazionale delle Bambine e delle Ragazze è l'occasione per sensibilizzare l'opinione pubblica su queste tematiche e per rinforzare e incentivare i risultati raggiunti fino ad ora.

La campagna "Indifesa di Terre Des Hommes"

 

Ogni anno migliaia di bambine e ragazze nel mondo subiscono abusi: 2,5 milioni di ragazze con meno di 16 anni diventano madri, ma per 1 su 2 è una maternità non voluta. Ogni minuto 23 bambine diventano baby spose.

 

Attraverso la campagna indifesa Terre Des Hommes vuole sensibilizzare tutti sulla condizione di milioni di bambine nel mondo. Bambine vendute come spose, schiave domestiche, vittime di tratta o costrette a prostituirsi. Bambine che hanno subito soprusi, mutilazioni genitali, violenze fisiche e psicologiche e alle quali è stata negata ogni forma di istruzione e libertà, sole perché nate femmine.

 

Anche in Italia i numeri dei minori vittima di reato segnano un drammatico record in continua crescita: 5.788 nel 2017, l’8% in più dell’anno precedente, il 43% in più rispetto a 10 anni fa. Ancora una volta abusi e violenze si abbattono soprattutto contro il mondo femminile, il 60% del totale delle vittime, così come discriminazioni, etichette e stereotipi di genere che ne condizionano scelte e opportunità e frenano la loro libertà.

 

A partire dall’11 ottobre e fino al 25 novembre Terre Des Hommes invita tutti a schierarsi #indifesa delle bambine e delle ragazze, libera la tua creatività per liberare il futuro e il talento di una bambina, #liberaè

 

Il dramma delle spose bambine

Ogni anno, nel mondo, 12 milioni di bambine e ragazze, più di 1 su 5, si sposano prima di aver compiuto i 18 anni e se a livello globale i matrimoni precoci proseguiranno ai ritmi attuali saranno 134 milioni le minorenni che si sposeranno entro il 2030.

In occasione di questa Giornata internazionale Save the Children – l’Organizzazione internazionale che dal 1919 lotta per salvare la vita dei bambini e garantire loro un futuro - l'anno scorso aveva acceso i riflettori sulla piaga delle spose bambine e aveva sottolineato il ruolo fondamentale svolto dall’educazione nel ridurre il tasso di matrimoni precoci. Se tutte le adolescenti del mondo potessero portare a termine la scuola secondaria, sottolineava infatti l’Organizzazione, entro il 2030 potrebbero essere evitati 50 milioni di matrimoni che coinvolgono bambine e ragazze.

In Italia sono diverse le iniziative e gli eventi in occasione della giornata. 

 

Tra queste, segnaliamo: 

  • Ravenna celebra la giornata esponendo da venerdì 11 ottobre sul balcone del municipio uno striscione arancione.
  • Anche il Comune di Voghera rinnova l'adesione alla campagna "indifesa" di Terre Des Hommes". Da Palazzo Gounela verrà esposto uno striscione aranzione con scritto "11 ottobre 2019: Giornata mondale delle bambine e delle ragazze.
  • Il Comune di Mira (Venezia), invita tutti a partecipare l'11 ottobre 2019 alle ore 20.30, presso l'Auditorium della Biblioteca di Oriago.
  • Il Comune di Gualdo Tadino (Perugia) aderisce alla campagna “Indifesa” ed espone per l’occasione un apposito striscione sulla facciata del Municipio Comunale.

Per approfondire, la pagina dell'Onu dedicata all'11 ottobre

Parità e uguaglianza delle donne? Spiegatele ai vostri figli