News

Giornata mondiale dell'alimentazione: obiettivo #famezero

famemondo
16 Ottobre 2018
Eliminare la fame e la malnutrizione è una delle più grandi sfide dei nostri tempi. E nel proprio piccolo, ciascuno può fare qualcosa. Oggi, 16 ottobre, è la Giornata mondiale dell'alimentazione. Ecco una lista di semplici azioni che anche noi nel nostro piccolo possiamo fare per seguire l'obiettivo #famezero.
Facebook Twitter More

Ogni giorno, famiglie in tutto il mondo faticano a sfamare i propri bimbi con un pasto nutriente. E in un mondo in cui si produce cibo sufficiente per sfamare tutti, 815 milioni di persone - una su nove - vanno ancora a letto a stomaco vuoto.

In Italia? Come emerge da un report della Coldiretti, la principale Organizzazione Agricola a livello nazionale, 2,7 milioni di persone durante l'ultimo anno sono state costrette a chiedere aiuto per mangiare nelle mense dei poveri o con pacchi alimentari.

 

In occasione della Giornata mondiale dell'alimentazione del 16 ottobre, indetta dalla Fao, l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura, si parla di prospettive e di che cosa si può fare. Di che cosa tutti possiamo fare. Perché eliminare la fame e la malnutrizione è una delle più grandi sfide dei nostri tempi.

 

Tanti bambini tra le categorie più deboli

"Tra le categorie più deboli degli indigenti si contano - continua la Coldiretti - 455mila bambini di età inferiore ai 15 anni, quasi 200mila anziani sopra i 65 anni e circa 100mila senza fissa dimora. E ci sono anche - precisa la Coldiretti - 380mila migranti che hanno lasciato le proprie terre per fame e ora si trovano ad affrontare la stessa emergenza in Italia".

 

Che cosa si può fare contro la fame?

Come spiega la Coldiretti, contro la fame si attiva la solidarietà con molte organizzazioni che operano nella distribuzione degli alimenti. Coldiretti insieme a Campagna Amica ha promosso nei mercati degli agricoltori a chilometri zero l'iniziativa "La Spesa sospesa" che offre la possibilità ai consumatori di fare una donazione libera grazie alla quale acquistare prodotti a favore dei più bisognosi.

 

L'obiettivo #famezero

Sprecare meno il cibo, mangiare meno e adottare uno stile di vita sostenibile: sono queste le basi per costruire un mondo senza fame.

Le scelte che prendiamo oggi sono vitali per il futuro. 

Nel 2015 la comunità mondiale ha adottato i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per migliorare la vita della persone entro il 2030.

Il secondo punto, Fame Zero, è un impegno a mettere fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere l'agricoltura sostenibile: questa è la priorità del World Food Programme.

 

Ecco una lista di semplici azioni che anche noi nel nostro piccolo possiamo fare per seguire l'obiettivo #famezero.

 

1 - Non sprecare il cibo

Quando hai degli avanzi, congelali o usali come ingredienti per il pasto successivo. Quando mangi al ristorante, chiedi una mezza porzione se non hai troppa fame o chiedi di poter portare gli avanzi a casa.

 

 2 - Produrre di più, con meno

Si stima che la popolazione mondiale toccherà il picco dei 9 bilioni nel 2050. Gli agricoltori devono trovare ora dei modi più produttivi per generare alimenti e conservare comunque la biodiversità.  

 

3 - Adotta uno stile di vita sano e sostenibile

I pasti nutrienti non devono essere per forza elaborati. In realtà si possono preparare velocemente e facilmente, alternando vari cibi. 

Condividi con la tua famiglia e i tuoi amici le tue ricette sane e nutrienti. Segui i consigli di blogger e chef sostenibili. 

 

4 - Fatti portavoce

Tutti nel nostro piccolo abbiamo un ruolo nell'obiettivo #famezero. 

 

Per approfondire: Fao, world food day; Fao, zero hunger action; World Food Program; Coldiretti, giornata mondiale dell'alimentazione 2018