Valanga di neve

Hotel Rigopiano: sei i sopravvissuti rimasti sotto la valanga 42 ore. Tra loro una mamma e sua figlia

Di Sara De Giorgi
neve
20 Gennaio 2017 | Aggiornato il 20 Gennaio 2017
L'Hotel Rigopiano a Farindola sul Gran Sasso è stato distrutto da una slavina molto forte: la Protezione Civile ha ritrovato vive sei persone. Bini, della Guardia di Finanza, ha dichiarato che "sono stati estratti vivi i superstiti e sono tutti in buone condizioni". Attualmente gli altri sopravvissuti sono sotto le macerie e i soccorritori hanno più volte parlato con loro. 
Facebook Twitter More

Presso l'Hotel Rigopiano a Farindola sul Gran Sasso sono state ritrovate vive sei persone. L'albergo era stato distrutto da una slavina di grandissima entità. Marco Bini della Guardia di Finanza ha dichiarato che "sono stati estratti vivi i sei superstiti e sono tutti in buone condizioni".

 

Gli uomini della Protezione Civile li hanno ritrovati nella zona delle cucine.  Bini ha raccontato che le prime ad essere estratte vive sono state una mamma e una figlia, rimaste 43 ore sotto le macerie: "Appena ci hanno visto erano felicissime e non sono riuscite a parlare. Dagli occhi si capiva che erano sconvolte positivamente per averci visto".

 

Adesso gli altri superstiti sono purtroppo ancora sotto le macerie: i vigili del fuoco hanno parlato con loro. Matteo Gasparini, responsabile del Soccorso alpino della Valdossola, ha detto "da ieri sera stiamo lavorando in condizioni difficili nella ricerca di superstiti. I cani spesso fiutano odori ma dobbiamo scavare per oltre 4, 5 metri prima di arrivare al terreno".

 

Fonte: Ansa.it