Scuola

I bambini più curiosi hanno maggiore successo in matematica e lettura

Di Sara De Giorgi
letturabambino.600
2 maggio 2018
Secondo un recente studio promuovere l'attitudine alla curiosità nei bambini può essere particolarmente importante per fare in modo che ottengano maggiori risultati nella lettura durante la scuola materna e che abbiano maggiore successo scolastico in matematica. In più, potrebbe essere determinante per i bambini provenienti da contesti economici svantaggiati.

Esiste una chiave per avere successo nella matematica e nella lettura di testi: la curiosità sarebbe, secondo gli esperti, il motore che spinge a cercare risposte a cose che non si conoscono.

 

A sostenerlo sono alcuni ricercatori dell'Università del Michigan, che hanno

 

pubblicato sulla rivista Pediatric Research uno studio, per il quale sono stati usati i dati dell'Early Childhood Longitudinal Study, Birth Cohort, ricerca che ha coinvolto 6200 bambini dall'anno di nascita (2001).

 

LEGGI ANCHE: 8 trucchi per imparare la matematica secondo il metodo Montessori

 

In particolare, durante alcune visite finalizzate, sono stati intervistati i genitori dei bambini, mentre i piccoli sono stati valutati all'età di nove mesi e a due anni, al momento dell'ingresso alla scuola materna e al primo anno di scuola elementare.

 

Dalla ricerca è emerso che una maggiore curiosità nei bambini era associata ad una maggiore capacità di lettura durante la scuola materna e, in generale, ad un successo scolastico più elevato in matematica. Specificamente, l'associazione della curiosità con i risultati scolastici positivi è risultata più rilevante per i bambini provenienti da famiglie con uno stato socio-economico basso.

 

Infatti, secondo i ricercatori, promuovere l'attitudine alla curiosità può essere particolarmente importante per i bambini provenienti da contesti economici meno vantaggiosi: può infatti essere utile per colmare un divario di risultati con i bambini di classi sociali più abbienti.

 

GUARDA ANCHE LA GALLERIA FOTOGRAFICA: