Studio

I figli fanno invecchiare il DNA delle mamme di 11 anni

mammaneonato
01 Marzo 2018 | Aggiornato il 26 Febbraio 2019
Secondo una ricerca pubblicata anche sul New Scientist, avere un bambino invecchierebbe a livello cellulare una donna più di fumo e obesità. "Siamo stati sorpresi dai risultati che abbiamo ottenuto" afferma la ricercatrice che ha condotto lo studio, Anna Pollack, ma "non stiamo dicendo di non avere figli" . 
Facebook Twitter More

Gravidanza, nausee, travaglio, parto, notti insonni non bastano. Ora sembra che uno studio appena pubblicato faccia anche "invecchiare prima" chi ha avuto figli.

Avere dei bambini infatti, potrebbe aggiungere ben 11 anni alla tua età biologica, facendo invecchiare il Dna prima e facendolo apparire più 'anziano'. Con degli effetti più pesanti di fumo e obesità.

Si accorciano infatti i telomeri, frammenti del Dna, dei 'cappucci' che avvolgono la parte terminale del cromosoma proteggendolo dal deterioramento. La loro lunghezza è associata a una maggiore longevità, mentre l'accorciamento è un segnale di invecchiamento.

 

Questo è quanto Anna Pollack e le sue colleghe della George Mason Università, in Virgina, hanno constatato con uno studio pubblicato su Human Reproduction e sul New Scientist.

 

La ricerca

Gli studiosi hanno analizzato i dati relativi a 1.505 donne (444 di queste non avevano mai partorito) che hanno preso parte al National Health and Nutrition Examination Survey tra il 1999 e il 2002 e hanno notato qualcosa di inusuale. 

 

Dall'esame dei risultati è emerso che essere mamma riduce i telomeri delle donne di circa il 4,2% rispetto alle donne che non hanno mai avuto figli.

Quello che stupisce di più e comparare questo risultato ad altre ricerche che hanno invece analizzato fumo e obesità. Fumare costerebbe 4,6 anni di invecchiamento cellulare, mentre l'obesità 8,8 anni.

 

Le cause? Potrebbe essere lo stress

Secondo i ricercatori questo potrebbe essere dovuto allo stress di allevare dei figli, soprattutto in una società come quella degli Usa, in cui non c'è congedo di maternità obbligatorio.

"Siamo rimasti colpiti nel trovare un risultato così sorprendente. Equivalente a circa 11 anni di invecchiamento cellulare accelerato" ha spiegato l'autrice principale dello studio, Anna Pollack. " Abbiamo anche constatato che le donne con cinque o più figli avevano telomeri ancora più corti, se comparati a chi figli non ne ha avuti o ne ha uno, due, tre o quattro" afferma Pollack a Newsweek.

 

Gli autori hanno comunque sottolineato che occorre fare ulteriori ricerche sul legame tra maternità e invecchiamento genetico. E che "la ricerca va interpretata con la dovuta cautela".

"Parlando con alcuni amici che hanno figli, a tutte noi sembra che i figli ci abbiano invecchiate un po'", dice Pollack. Ma non è che le donne che hanno avuto figli moriranno 11 anni prima rispetto alle loro coetanee e "non stiamo dicendo di non avere figli" chiarisce Pollack.