Influenza

Influenza 2016: diminuiscono i casi

influenzabambino
02 Marzo 2016
L'influenza 2016 sta iniziando a battere in ritirata. Gli italiani colpiti sono stati 2,6 milioni. E' stata una stagione influenzale di "bassa intensità" con un virus che si è rilevato meno aggressivo. 
Facebook Twitter Google Plus More

Mal di gola, tosse, raffreddore, mal di orecchi e febbre. Oppure diarrea e vomito. Questi i segnali dell'influenza, che come ogni anno è tornata a colpire. 

 

Il peggio però, sembrerebbe essere passato. Non solo il virus di quest'anno si è dimostrato "meno aggressivo", ma anche la sua durata generale è stata minore.

 

In totale a letto sono stati 2,6 milioni di italiani. Nell'ultima settimana 342.000, in diminuzione rispetto a quella precedente (366.000). Lo sottolinea la Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie (SIGM).

 

Aumentano le malattie respiratorie acute

 

Se da una parte i casi di influenza sono in calo e in leggero aumento invece il numero delle persone con malattie respiratorie acute: 199.800.

 

Influenza? Non si cura con gli antibiotici

 

"Fondamentale - spiega il dott. Aurelio Sessa, presidente regionale SIMG Lombardia e medico sentinella - non assumere antibiotici, innanzitutto perché sono inattivi sui virus, non solo influenzali ma anche respiratori. Inoltre un uso indiscriminato rende questi farmaci inefficaci, aumentando il rischio di resistenze nei loro confronti da parte dei batteri. Compito del medico giudicare se l'influenza può essersi complicata a tal punto da intraprendere una terapia antibiotica''.

 

 

Guarda anche il video: il raffreddore nei bambini