Influenza

Influenza 2016: sempre meno casi

Di Niccolò De Rosa
influenza-2016
22 Marzo 2016
Nell'ultima settimana i livelli di incidenza sono stati superiori a quelli degli anni passati, ma l'epidemia resta di bassa intensità. E i casi sono sempre meno. In tutto sono stati 3,7 milioni gli italiani allettati dal virus stagionale, che quest'anno non è stato particolarmente aggressivo.
Facebook Twitter More

La stagione influenzale meno  intensa degli ultimi anni sta volgendo al termine, ma nel corso della settimana tra il 7 e il 13 marzo, è stato riscontrato un incremento di incidenza epidemica rispetto alle stagioni precedenti:  348mila casi, con un'incidenza di 5,73 casi per mille assistiti. Quindi rispetto ad altri anni in quella stessa settimana ci sono stati più casi, ma in generale, i colpiti dall'influenza stanno diminuendo sempre più.

 

Un'influenza con picchi più bassi rispetto gli altri anni

L'influenza 2016 ha registrato, nel complesso, picchi molto più basso rispetto alle consuete medie stagionali.

 

Secondo il consueto bollettino Influnet, gli italiani che sono stati costretto a letto dall'influenza sono stati 3,7 milioni. I più colpiti sono stati i bambini:

  • 0-4 anni: incidenza di 17,60 casi per mille assistiti
  • 5-14 anni: 14,97 casi
  • 15-64 anni: 4,23 casi
  • over 65: 1,45 casi

Le regioni maggiormente toccate dal virus sono state la provincia autonoma di Trento, Emilia-Romagna, Marche, Lazio, Campania e Sardegna.

 

Dando uno sguardo all'Europa, il Centro per il controllo delle malattie (Ecdc) segnala una ampia diffusione di virus influenzali in almeno 25 dei 46 Stati membri (ma il picco stagionale è già raggiunto in alcuni Paesi).

 

Il virus A, sottotipo H1N1pdm09 rimane il ceppo influenzale più rilevante e rispetto alla scorsa settimana sembrano diminuiti i casi di infezione .

 

Fonte: ISS, Ansa.it.