Salute Bambini

Iperattività, i bambini colpiti sono 15 volte meno del previsto

doc-11962
10 Novembre 2014
Secondo le statistiche mondiali i bambini iperattivi affetti da Adhd sarebbero il 5,3% della popolazione tra i 5 e i 17 anni. I dati raccolti dai ricercatori milanesi nel Registro Adhd lombardo, invece, smentiscono questa percentuale: in Lombardia i casi accertati della sindrome sono 3,51 ogni mille bambini e ragazzi, una percentuale che è 15 volte inferiore alla prima
 
Facebook Twitter More

Bambini e adolescenti colpiti da Adhd (la sindrome da deficit di attenzione e iperattività) sono 15 volte meno di quanto si pensasse. A dimostrarlo sono stati i ricercatori dell’Istituto Mario Negri di Milano (che curano il Registro Adhd della Regione Lombardia), secondo i quali “sopravvalutare la patologia può causare un abuso nella prescrizione di psicofarmaci e il ricorso a errate terapie”.

 

Adhd per il 5,3% dei bambini tra i 5 e i 17 anni per la letteratura scientifica mondiale. Dati smentiti

 

Stando ai dati riportati nella letteratura scientifica mondiale, i bambini e gli adolescenti iperattivi affetti da Adhd sarebbero il 5,3% della popolazione tra i 5 e i 17 anni. I dati raccolti dai ricercatori milanesi nel Registro Adhd lombardo, pubblicati su Ricerca&Pratica, smentiscono invece questa percentuale elevatissima: in Lombardia i casi accertati della sindrome sono 3,51 ogni mille bambini e ragazzi, una percentuale che è 15 volte inferiore a quella che è sempre stata ritenuta un’affidabile stima della media mondiale. (Potrebbe interessarti Bambino iperattivo? La ginnastica di mattina potrebbe aiutare)

 

“Nel periodo 2012-2013 – si legge nella ricerca – 1290 nuovi pazienti sono stati valutati per sospetto ADHD dai 18 Centri di Riferimento Lombardi. Le caratteristiche anamnestiche che si associano significativamente con la diagnosi di ADHD sono: una più bassa età alla diagnosi, essere figlio unico o adottato, avere una familiarità positiva per ADHD, la nascita da parto eutocico, il ritardo del linguaggio”. (Leggi anche Consigli pratici per la gestione, in classe e a casa, di bambini irrequieti e disattenti)

 

Secondo i risultati dello studio, la diagnosi del disturbo viene confermata al 65% dei bambini e adolescenti che accedono ai 18 Centri regionali di riferimento lombardi per sospetto Adhd: si tratta di circa 400 nuovi casi ogni anno, in maggioranza maschi (con un rapporto di 2:1) con un picco attorno agli 8 anni d’età. Solo il 15% ha però ricevuto un trattamento psicofarmacologico, mentre per il resto è stato sufficiente solo un intervento psicologico. In generale, i bambini e adolescenti con Adhd in Lombardia risultano essere 4.200, con un’incidenza del disturbo del 3,51 per mille. (Guarda anche Leggi anche: come si stabilisce una diagnosi di ADHD e come si può curare)

 

Leggi lo studio completo

Le 10 regole d'oro per crescere figli deficienti, debosciati e asociali
VAI ALLA GALLERY (N foto)