News

La felpa? "La lava la mamma, è il suo lavoro"

lavare
24 Febbraio 2015
"Falla lavare alla mamma, è il suo lavoro". Questo il messaggio scritto in inglese al termine dei consigli istituzionali per il lavaggio di alcuni capi della marca "Shoeshine", marchio noto tra gli adolescenti. Federica Mazzoni, responsabile donne del Pd di Bologna, ha segnalato il caso all'Istituto dell'autodisciplina pubblicitaria. La replica dell'azienda: "Nessun sessismo, era solo una battuta".
Facebook Twitter Google Plus More

"Give it to your mum it's her job!!!". Tradotto in italiano significa "dalla alla tua mamma, è il suo lavoro".

 

Qualcuno ha davvero pensato di scrivere questo messaggio sull'etichetta di un indumento Shoeshine, marca popolare fra gli adolescenti, al termine dei soliti consigli di lavaggio, riportati in due lingue, italiano e inglese.

 

Una scritta che non è andata giù a Federica Mazzoni, responsabile donne del Pd di Bologna, tanto che ha segnalato il caso all'Istituto dell'autodisciplina pubblicitaria. "Fare lavatrici non è il lavoro delle mamme, anche i papà sono in grado di girare una semplice manopola", scrive sulla propria pagina Facebook la Mazzoni.

 

 

 

Continua la Mazzoni: "Evidentemente all'azienda non è bastato fornire le necessarie informazioni utili, ha proprio sentito l'esigenza di dire la sua, perpetuando un messaggio sessista nei confronti delle madri e delle donne, denigratorio per gli uomini e i padri. Come se il lavoro delle madri fosse quello di lavare, magari stando in casa e senza avere altra professionalità se non quella del girare la manopola sui 30' del programma dei delicati, che come lo fa la mamma nessuno mai... In modo speculare, infatti, si insultano gli uomini, come se non fossero in grado di fare una semplice lavatrice, o proprio non competesse loro. Per questo ho avviato una segnalazione al comitato preposto dello IAP (Istituto dell' Autodisciplina Pubblicitaria) http://www.iap.it/ Intanto la felpa -dice la mia amica- continua a giacere nella cesta della biancheria sporca."

 

La risposta dell'azienda? "Era una battuta"

 

Come scritto sul sito di tgcom24, ecco la risposta dell'azienda Free Srl Unipersonale, che distribuisce il marchio Shoeshine con l'etichetta 'dello scandalo': "Non c'è nessun tipo di ironia sessista. E' una semplice battuta pensata per gli adolescenti che sono il nostro target".