Galleria fotografica

La foto dell'anno di Unicef: il pianto dei bambini migranti

Di Lorenza Laudi
21 dicembre 2015
Ogni anno Unicef Deutschland e il mensile Geo tedesco premiano la foto più rapprensentativa dell'anno. Nel 2015 la prescelta è ricaduta su quella di un fotografo macedone, che ha immortalato il pianto di due bambini tra migranti e forze dell'ordine sul confine tra Grecia e Macedonia. 
licovski01-800px-keyvisual-data.1500x1000

21 agosto 2015. Confine greco-macedone. Migranti cercano di forzare il confine per raggiungere prima la Serbia e poi l'Ungheria. La polizia usa bastoni e granate per dissuaderli. In mezzo a questo caso, il fotografo macedone Georgi Licovski dell’agenzia Epa ha immortalato due bambini sperduti e piangenti, separati da mamma e papà.

georgi-licovski-portraet-data.1500x1000

Eccolo Georgi Licovski, classe 1964. Il fotografo che grazie alla foto precedente è stato premiato per la foto dell'anno 2015 di Unicef.

unicef-foto-des-jahres-preisverleihung.1500x1000

Unicef Deutschland e il magazine Geo della Gruner + Jahr GmbH & Co KG hanno premiato per la quindicesima volta a Berlino la "foto dell’anno", quella più rappresentativa del 2015 e che è riuscita a documentare la terribile odissea delle migliaia di rifugiati e migranti verso l'Europa.

uniceffotodesjahres2015schiereverzweiflung.1500x1000

Quest'anno, la giuria ha selezionato 909 scatti di 75 fotografi provenienti da 30 Paesi. Di seguito, altre foto del fotografo macedone.

uniceffotodesjahres2015schiereverzweiflung2.1500x1000

uniceffotodesjahres2015schiereverzweiflung3.1500x1000

uniceffotodesjahres2015schiereverzweiflung4.1500x1000

21 agosto 2015. Confine greco-macedone. Migranti cercano di forzare il confine per raggiungere prima la Serbia e poi l'Ungheria. La polizia usa bastoni e granate per dissuaderli. In mezzo a questo caso, il fotografo macedone Georgi Licovski dell’agenzia Epa ha immortalato due bambini sperduti e piangenti, separati da mamma e papà. | © Georgi Licovski/epa