News

La lista delle città dove si vive meglio (e peggio) in Italia

Di Concetta Desando
x5n-1326856.600
31 dicembre 2014
Per il quarto anno consecutivo Trento è la migliore per qualità di vita secondo lo studio elaborato dai ricercatori dell’Università La Sapienza di Roma per Italia Oggi. All’ultimo posto c’è la provincia sarda di Carbonia-Iglesias. Ecco la classifica
 

Dopo il miglioramento registrato nel 2013, quest’anno torna di nuovo a peggiorare la qualità della vita nelle città italiane: solo in 55 province su 110 è buona (o almeno accettabile), contro le 59 dell’anno precedente. La città dove si vive meglio, secondo lo studio “Qualità della Vita” elaborato dai ricercatori dell’Università La Sapienza di Roma per Italia Oggi, è per il quarto anno consecutivo Trento, mentre all’ultimo posto c’è la provincia sarda di Carbonia-Iglesias. (Guarda anche Bambini in Trentino: in viaggio al Passo San Pellegrino)

 

Secondo i dati della ricerca, il 52,6% della popolazione italiana, cioè 31 milioni e 699mila persone, vive in province caratterizzate da una qualità della vita scarsa o insufficiente, e il 24%, cioè quasi un italiano su quattro, abita in quelle dove il livello è insufficiente (tutte al Sud tranne Imperia). Lo studio sottolinea anche come nell’ultimo quinquennio spiccano una crescente vulnerabilità del nord ovest (per via della deindustrializzazione e della ristrutturazione produttiva) e i problemi strutturali tuttora irrisolti nell’Italia meridionale.

 

Tendenze che vengono confermate anche quest’anno: delle 55 province in cui la qualità della vita è scarsa o insufficiente, 6 appartengono al nord ovest, 1 al nord est, 8 all’Italia centrale e ben 40 in Italia meridionale e insulare (dove le province sono in tutto 41). (Potrebbe interessarti Trentino, la leggenda di Re Laurino e l'Enrosadira)

 

Il livello medio di qualità della vita è dunque insufficiente nelle regioni del sud, e non accenna a migliorare. E il gruppo di province, dislocate nel Mezzogiorno e geograficamente contigue, dove cinque anni fa la qualità della vita risultava superiore a quella prevalente del resto dell’Italia meridionale (Campobasso, Foggia, Bari, Potenza e Matera) dallo scorso anno ha avuto un crollo, livellandosi verso il basso. Unica eccezione al sud è la provincia di Teramo, dove la qualità della vita risulta accettabile.

 

La ricerca si è basata su nove aree di analisi (affari e lavoro, ambiente, criminalità, disagio sociale e personale, popolazione, servizi finanziari e scolastici, sistema salute, tempo libero e tenore di vita), 21 sottoaree e 94 indicatori di base per delineare in maniera approfondita i molteplici aspetti della qualità della vita nelle province italiane.

 

La classifica

 

Qualità buona

 

1. Trento

 

2. Bolzano

 

3. Mantova

 

4. Treviso

 

5. Pordenone

 

6. Reggio Emilia

 

7. Vicenza

 

8. Parma

 

9. Verona

 

10. Siena

 

11. Cuneo

 

12. Belluno

 

13. Lecco

 

14. Udine

 

15. Brescia

 

16. Aosta

 

17. Bergamo

 

18. Forlì-Cesena

 

19. Modena

 

20. Sondrio

 

21. Como

 

22. Lodi

 

23. Verbano-Cusio-Ossola

 

24. Varese

 

Qualità accettabile

 

25. Padova

 

26. Monza e Brianza

 

27. Teramo

 

28. Piacenza

 

29. Firenze

 

30. Cremona

 

31. Trieste

 

32. Pesaro e Urbino

 

33. Rovigo

 

34. Arezzo

 

35. Gorizia

 

36. Milano

 

37. Biella

 

38. Novara

 

39. Livorno

 

40. Venezia

 

41. Pisa

 

42. Ascoli Piceno

 

43. Perugia

 

44. Rimini

 

45. Ancona

 

46. Pavia

 

47. Macerata

 

48. Grosseto

 

49. Vercelli

 

50. Prato

 

51. Fermo

 

52. Asti

 

53. Bologna

 

54. Terni

 

55. Ravenna

 

Qualità scarsa

 

56. L’Aquila

 

57. Roma

 

58. Avellino

 

59. Rieti

 

60. Alessandria

 

61. Lucca

 

62. Latina

 

63. Matera

 

64. Genova

 

65. Torino

 

66. Benevento

 

67. Isernia

 

68. Pistoia

 

69. Olbia-Tempio

 

70. Ragusa

 

71. Ferrara

 

72. Taranto

 

73. La Spezia

 

74. Chieti

 

75. Brindisi

 

76. Massa Cararra

 

77. Frosinone

 

78. Savona

 

79. Nuoro

 

80. Viterbo

 

81. Potenza

 

82. Agrigento

 

83. Caserta

 

84. Salerno

 

85. Ogliastra

 

Qualità insufficiente

 

86. Campobasso

 

87. Barelatta-Andria-Trani

 

88. Cagliari

 

89. Reggio Calabria

 

90. Vibo Valentia

 

91. Cosenza

 

92. Bari

 

93. Pescara

 

94. Caltanissetta

 

95. Palermo

 

96. Oristano

 

97. Lecce

 

98. Catanzaro

 

99. Sassari

 

100. Siracusa

 

101. Trapani

 

102. Foggia

 

103. Napoli

 

104. Catania

 

105. Imperia

 

106. Crotone

 

107. Messina

 

108. Enna

 

109. Medio Campidano

 

110. Carbonia-Iglesias

 

Leggi tutti gli itinerari delle famiglie in giro per l'Italia nella sezione bimbi in viaggio