Ricerca

La realtà virtuale attenua l'ansia dei bimbi per le iniezioni

Di Sara De Giorgi
bimbavisore
10 Maggio 2019
Secondo un recente studio australiano, l'uso della realtà virtuale calmerebbe i bambini spaventati da iniezioni, cannulazioni intravenose e prelievi di sangue, abbassando il  dolore provato e il livello di ansia.


 
Facebook Twitter Google Plus More

Sembra che la realtà virtuale calmi i bambini spaventati da iniezioni, cannulazioni intravenose e prelievi di sangue, abbassando il loro dolore e il livello di ansia.

 

Questo è il risultato affermato da un recente studio, pubblicato su The Journal of Pediatrics e condotto da due ospedali pediatrici di Melbourne che hanno sperimentato l'uso della tecnologia su oltre 250 bambini di età compresa fra 4 e 11 anni. I medici hanno fatto indossare ai piccoli visori 3D che riproducevano onde del mare e pesciolini che nuotavano guizzando tra gli scogli.

 

Ebbene, l'utilizzo della realtà virtuale ha abbassato il dolore del 41-60%, l'ansia del 35-45% e il livello di angoscia dei genitori fino al 75%. In generale, la maggior parte dei bambini voleva continuare a usare i visori.

 

Secondo Simon Cohen, specialista nel campo del dolore pediatrico e alla guida del progetto, i benefici dell'esperimento sono identificabili nella distrazione nella gestione del dolore per i bambini.

 

Cohen ha scritto che «Il ricordo di una precedente esperienza dolorosa ha una forte influenza sull'esperienza di dolore durante procedure successive. Intervenendo su queste esperienze, possiamo aiutare sia i bambini sia i genitori quando sono richiesti trattamenti necessari ma dolorosi, che provocano ansia».

 

TI PUO' INTERESSARE ANCHE: Tutto sulle vaccinazioni ai bambini

 

GUARDA ANCHE LA GALLERIA FOTOGRAFICA: