Vent'anni fa la morte di Diana Spencer

Lady Diana, vent'anni fa il tragico incidente che si portò via la principessa dei cuori

Di Chiara Dalla Tomasina
schermata2017-08-30alle19.48.54
31 Agosto 2017
Il 31 agosto del 1997 moriva a Parigi Lady Diana, ex moglie del principe Carlo e mamma dei suoi due figli William ed Harry. Che vivono nel ricordo della madre "migliore al mondo" e della sua eredità morale
Facebook Twitter More

L'estate del 1997 si è portata via tre figure emblematiche del XXI secolo a livello internazionale, in settori completamente diversi: lo stilista Gianni Versace il 15 luglio, Lady D il 31 agosto e Madre Teresa di Calcutta il 5 settembre. 

 

Proprio oggi, 31 agosto, ricorrono quindi i vent'anni dalla tragica scomparsa in un incidente d'auto a Parigi della principessa triste, che forse, tra le tre figure sopra citate, è stata quella la cui morte ha avuto una rilevanza maggiore a livello internazionale: il suo funerale è stato seguito in diretta tv da due miliardi di persone in tutto il mondo e l'eco della sua tragica fine (e tutti i misteri ad essa connessi) ha tenuto banco per diversi anni a venire.

Diana in un bellissimo ritratto sorridente | Instagram @kensingtonroyal

Ma l'eredità di Diana non è affatto scomparsa insieme a lei: intanto, arde vivissima nei suoi due figli, William ed Harry, che ne hanno presa la verve e lo spirito altruista e positivo, e poi ha creato importanti effetti positivi in altri settori, a livello mondiale. E' noto, infatti, che l'impegno e il clamore che Lady D ha voluto suscitare intorno al gravissimo problema delle mine antiuomo ha portato alla firma del Trattato di Ottawa, proprio nel 1997, che sancisce la proibizione dell'uso, stoccaggio, produzione, vendita di mine antiuomo e relativa distruzione. 

E poi William ed Harry, dicevamo: i due figli, che alla sua morte si sono trovati a dover reprimere un dolore insopportabile, ne hanno portate addosso le conseguenze per molti anni. I due fratelli, infatti, hanno ritenuto più facile non parlare tra loro, per quasi vent'anni, della morte della madre, ma questo li ha portati ad avere problemi di aggressività (soprattutto Harry, che è dovuto ricorrere a uno psicologo), e di comunicazione.

William, Kate Middleton ed Harry testimonial dell'Organizzazione Heads Together, che lotta a favore della salute mentale | Instagram @kensingtonroyal

Quell'argomento tabù infatti aleggiava su di loro come una spada di Damocle: se solo avessero provato ad affrontare a viso aperto quel discorso, il dolore sarebbe riaffiorato in modo terribile e ingestibile. Però ora i due ragazzi, che sono finalmente sereni entrambi anche a livello sentimentale (William è sposato con due figli ed Harry è felicemente fidanzato), hanno deciso che è finalmente venuto il momento di parlare di lei: il tempo è galantuomo e ha trasformato un dolore lancinante in un ricordo dolce, che lascia spazio anche a sorrisi e risate quando si parla di lei, di quanto fosse speciale e fuori dalle righe. "Era ed è ancora la nostra mamma, e ci ha soffocati d'amore", ha raccontato Harry nel documentario 'Diana, nostra mamma: la sua vita e la sua eredità', "e ciò che è certo è che ci ha soffocati d'amore". "E' stata la mamma più dolce, informale e 'casinista'", gli fa eco il fratello maggiore. Non solo: William ed Harry, dopo la loro tragica esperienza, sono diventati insieme a Kate Middleton testimonial della Onlus Heads Together, un'organizzazione britannica che si batte a favore della salute mentale dei cittadini: loro stessi, dopo il trauma familiare che hanno subito, si sono trovati sgomenti e disorientati e non hanno saputo come reagire, chiudendosi in loro stessi. 

Diana con due bimbi, ora adulti, quando si batteva contro l'uso delle mine antiuomo | Instagram @kensingtonroyal

Chiariti recentemente anche i dubbi sugli ultimi misteri che riguardavano Lady Diana (non era incinta, né voleva sposare Dodi al Fayed, anzi: le più recenti testimonianze indicano che, per lei, il milionario arabo fosse solo una storia passeggera e non importante), ora in Diana si può vedere solo un esempio positivo che sprona a fare del bene per gli altri e con gli altri. Perché il mondo migliore che lei sognava diventi ogni giorno un po' più reale.