AB Nursery

L'asilo nido per gli adulti: alla scoperta degli Adult baby

Di Niccolò De Rosa
adult-baby-nf
08 Marzo 2017
Un'inchiesta delle Iene ha sollevato un polverone di polemiche e ha fatto conoscere al grande pubblico la realtà degli Adult Baby, adulti grandi e grossi che vogliono tornare bebè per qualche ora. Tra pannolini, biberon e canzoncine per bambini, ecco il mondo dei grandi che vanno all'asilo
Facebook Twitter More

Un luogo per tornare bambini, svestirsi di tutte le responsabilità dell'essere adulti e sostituire la giacca e la cravatta con ciuccio e pannolino: ecco l'AB Nursery, l'asilo nido degli adulti.

 

Di cosa si tratta?

L'esperienza è dedicata a tutti coloro che desiderano regredire ai primi stadi dell'infanzia e passare qualche ora in un ambiente confortevole e privo di pregiudizi.

Una volta dismessi gli abiti della routine e indossato il pigiamone comprensivo di pannolino, i piccoli adulti (gli Adult Baby appunto) colorano con i pastelli, cantano canzoncine insieme agli altri "bimbi" e guardano i cartoni animati sotto gli occhi attenti e amorevoli delle Maestre, le responsabili dell'asilo, che coccolano e cambiano il pannolino ai little in caso di necessità.

 

Ogni cosa, dalla comunicazione con i clienti all'ambientazione degli asili, è pensata per riportare gli esigenti adulti ai primissimi anni della loro vita, i quali sono i primi a voler recuperare la spensieratezza e l'innocenza di quel periodo. Ogni componente sessuale (almeno quella esplicita) è dunque bandita dalle Nursery e qualsiasi violazione delle regole, nei confronti delle Maestre o degli altri partecipanti, comporta l'espulsione definitiva del "monello".

 

Come funzione una Nursery?

La prima AB Nursery è nata a Roma ma il successo del format ha portato quasi subito all'organizzazione di giornate anche a Milano, Napoli, Verona e altre grandi città. Non esistono strutture fisse e per tutelare la segretezza degli incontri, la sede dell'evento viene comunicata privatamente ad ogni Adult-Baby iscritto.

 

Ciò che si sa è però la scaletta di una giornata tipo:

  • 11,30 – 12,00: accoglienza
  • 12,00 – 13,00: giochi e coccole
  • 13,00 – 14,00: baby lunch (con pappette ed omogeneizzati)
  • 14,30 – 16,30: cambio e laboratorio (o pisolino)
  •  16,30: saluti

Ogni giornata ospita al massimo sei partecipanti.

 

Chi sono gli Adult Baby?

A svelare il mondo delle Nursery al grande pubblico è stato un servizio delle Iene, la nota trasmissione televisiva Mediaset che è riuscita ad introdurre una microcamera ad un evento, mostrando adulti con tanto di barba mentre erano intenti a gattonare con il pigiamone neonatale o a ciucciare il latte dal biberon.

 

Il servizio, come prevedibile, ha destato grande scalpore e dopo la pioggia di polemiche e insulti ("malati", pedofili", "schifosi") calatasi sugli Adult Baby, uno di loro si è fatto avanti e ha voluto condividere la propria prospettiva. 

 

Nel servizio-replica, l'Adult-Baby Mirko (nome di fantasia) ha raccontato come le azioni infantili praticate nell'asilo (colorare, modellare il pongo, disegnare ecc...) aiutino davvero gli adulti a regredire e diventare bebè, rivendicando la purezza dell'esperienza.

 

«Un Adult-baby - spiega Mirko quasi commuovendosi - ritrova nell'essere coccolato e nelle attenzioni delle Maestre un vero affetto, un vero calore umano»

 

Mirko ha quindi contestato una parte del video delle Iene in cui si mostrava un uomo intrattenere atteggiamenti sessuali nei confronti di una Maestra che gli stava cambiando il pannolino: «quel cambio è avvenuto in privato e solo tra una maestra e un Adult Baby, che sono una coppia! Le maestre non sono prostitute»

 

Esiste una componente sessuale implicita?

Sebbene sia Mirko che il regolamento dell'AB Nursey escludano qualsiasi implicazione sessuale, gli psicologi fanno comunque rientrare questa strana passione nella categoria delle BDSM, le pratiche erotiche basate in cui una delle parti in causa ha un netto predominio sull'altra (come il sadomaso o il bondage).

Pur senza rapporti quindi, gli Adult Baby trarrerebbero inconsciamente un certo appagamento fisico nel mettersi alle dipendenze di una figura più adulta e forte, la Maestra appunto, spesso ricercando anche un amore materno non provato durante la propria infanzia.

Gli stessi esperti però escludono ogni automatica relazione tra l'infantilismo parafilico, questo il nome scientifico, e la pedofilia.

«Noi Adult Baby non facciamo del male a nessuno - conclude Mirko - ma quando siamo all'asilo siamo felici, quindi lasciateci quelle tre ore in pace»

 

FONTE: Libero, Il Messaggero, AB Nursery, Mediaset