Lettera

"Sii te stessa, senza rimorsi". Lettera di una mamma alla figlia per il primo giorno di scuola

mammafigliatramonto
02 Ottobre 2017 | Aggiornato il 04 Settembre 2018
"Non dire di sì solo per essere gentile. Dì di no perché è la tua vita. Non nascondere le tue opinioni. Parla e parla forte. Devi essere ascoltata. Non scusarti per essere quella che sei". La mamma e blogger Toni Hammer elenca una serie di "non" alla figlia di cinque anni in occasione del primo giorno di scuola. Una lettera toccante con lo scopo di guidarla nella vita e di renderla più sicura di se stessa.
Facebook Twitter More

"Sii quella che sei, senza rimorsi". "Dì di no perché è la tua vita. Non nascondere le tue opinioni".

Sono alcune delle frasi che l'autrice e blogger Toni Hammer ha scritto alla propria figlia di cinque anni in una lettera toccante in occasione del suo primo giorno di scuola. Una mamma che è andata oltre al "non accettare le caramelle dagli sconosciuti", ma che ha elencato una serie di "non" allo scopo di guidare la figlia a testa alta nella vita. E per farle aumentare la sua autostima

 

 

La mamma ha pubblicato su Facebook il messaggio e in poco più di una settimana ha già raccolto oltre 7000 condivisioni.

 

Ecco la traduzione della lettera.

"A mia figlia,

non scusarti quando qualcuno ti scontri con qualcuno. Non dire 'mi dispiace essere così rompiscatole'. Perché non sei rompiscatole. Sei una persona con sentimenti e pensieri propri che merita rispetto. Non inventare motivi per non uscire con un ragazzo con cui non vuoi uscire. Non devi giustificarti con nessuno. Un semplice 'no, grazie' andrà benissimo".

 

Mamma Toni pensa anche al cibo: "Non pensare troppo a cosa mangi di fronte alle persone. Se sei affamata, mangia e mangia quello che vuoi. Se vuoi una pizza, non prendere l'insalata solo perché hai della gente intorno. Ordina quella dannata pizza".

 

Inoltre la mamma vorrebbe che la figlia non si facesse troppo influenzare dalle opinioni degli altri: "Non lasciarti i capelli lunghi solo per far felice qualcun altro - continua -. Non indossare un vestito se non vuoi. Non stare a casa perché non hai nessuno con cui uscire. Porta te stessa a spasso. Fai delle esperienze con te stessa e per te stessa. Non trattenere le lacrime. Piangere vuol dire che senti che qualcosa deve uscire fuori. Non è una debolezza. Significa essere umani. Non sorridere perché qualcuno ti dice di farlo. Non aver paura di ridere alle tue battute. Non dire di sì solo per essere gentile. Dì di no perché è la tua vita. Non nascondere le tue opinioni. Parla e parla forte. Devi essere ascoltata. Non scusarti per essere quella che sei. Sii coraggiosa e sfacciata e bella. Sii te stessa. Senza rimorsi".