Caro Scuola

Libri e corredo scolastico: quest'anno le famiglie italiane spenderanno il 13% in più

Di Niccolò De Rosa
libri-testo-scuola
04 Settembre 2017
Una spesa media di 654 euro attende le famiglie che dovranno acquistare libri di testo e materiale per le lezioni. A dirlo è lo studio dell'Osservatorio Findomestic-Doxa, il quale ha reso noti i dati relativi al Caro Scuola previsto per l'anno scolastico che verrà.
Facebook Twitter More

Con estate agli sgoccioli è già tempo di pensare al nuovo anno scolastico e se per i ragazzi il ritorno tra i banchi è sempre un po' traumatico, questa volta anche le famiglie potrebbero sentire una leggera fitta... al portafogli.

 

L’Osservatorio Findomestic di settembre, realizzato in collaborazione con Doxa, ha infatti reso noto che l'acquisto di libri di testo e corredo scolastico per l'anno scolastico 2017/2018 subirà un rincaro di circa il il 13% in più rispetto agli anni precedenti, con un esborso medio di 654 euro per famiglia.

 

Famiglie tartassate

A passarsela peggio, come prevedibile, saranno i nuclei famigliari che dovranno provvedere agli acquisti per due o più figli poiché tra libri che costeranno il 2% in più), quaderni, dizionari e materiale vario si troveranno a spendere in media ben 875 euro (contro i 721 del 2016). Per i figli unici invece, gli esperti hanno calcolato una spesa media di 466 euro (mentre nel 2016 era di 503 euro).

Naturalmente anche l'indirizzo scolastico d'appartenenza giocherà la sua parte, visto che i frequentatori del liceo dovranno pagare circa 100 euro in più rispetto a un anno fa, mentre per istituti tecnici e professionali si registra una leggera flessione (577 euro di media contro i 598 del  2016).

 

Anche i costi delle scuole medie ed elementari però compiono un balzo in avanti: l'esborso medio per le elementari infatti passa da 516 a 623 euro, mentre per le medie l'impennata è ancora più netta: da 528 a 846 euro!

 

Tali rincari, sempre secondo l'analisi Findomestic-Doxa, avranno un forte impatto sui risparmi per almeno il 28% del campione analizzato e costringeranno molti a cercare vie alternative per affrontare la mazzata, come l'acquisto di testi e materiale di seconda mano (73% degli intervistati, il 7% in più rispetto all'anno scorso) o lo shopping on-line (77%), dove si può anche scovare qualche forte sconto.