Sport e adolescenti

Lo sport di squadra ha lo stesso effetto di un antidepressivo per i preadolescenti

Di Sara De Giorgi
bambinesport
12 Aprile 2019
Secondo uno studio recente i preadolescenti che fanno sport di squadra avrebbero meno probabilità di manifestare depressione o modificazioni delle strutture del cervello legate all'umore.
Facebook Twitter Google Plus More

Secondo un'ultima ricerca, i preadolescenti (dai 9 agli 11 anni) che praticano sport di squadra hanno un minore probabilità di depressione e di modificazioni legate all'umore nella struttura del loro cervello.

 

Lo studio che afferma ciò è stato pubblicato sulla rivista Biological Psychiatry: Cognitive Neuroscience and Neuroimaging e apre nuove prospettive sui problemi dell'umore dei più giovani.

 

In particolare, gli studiosi della Washington University di St. Louis (Stati Uniti) hanno raccolto dati su campione di 4191 bambini tra 9 e 11 anni, intervistando i genitori, i quali hanno dato informazioni su sport o altre attività praticate dai loro figli e su eventuali sintomi depressivi. Inoltre, le scansioni cerebrali dei piccoli hanno offerto informazioni sul loro ippocampo, area del cervello fondamentale per la memoria e per l'umore.

 

LEGGI PURE: Adolescenti e preadolescenti, 10 consigli per migliorare l'autostima

 

Lisa Gorham, ricercatrice e autrice principale dello studio, ha affermato: «Abbiamo scoperto che il coinvolgimento nello sport, ma non in attività come la musica o l'arte, è correlato a un aumento del volume dell'ippocampo e alla riduzione della depressione nei giovanissimi».

 

Dunque, dalla ricerca è venuto fuori che un maggiore esercizio fisico è associato a un minor numero di sintomi di depressione tra i giovani. Inoltre, come sostiene la studiosa Gorham, l'esercizio fisico può modificare il volume dell'ippocampo, una regione del cervello che mostra un volume ridotto durante la comparsa di depressioni. Tuttavia, non è chiaro se questa relazione emerga già prima della preadolescenza.

 

PUO' INTERESSARE: Depressione, quando colpisce bambini e adolescenti

 

Secondo l'indagine, tali relazioni sono particolarmente forti in chi fa parte di squadre scolastiche e associazioni sportive probabilmente grazie alla maggiore interazione sociale o alla regolarità tipica del lavoro in gruppo.

 

GUARDA ANCHE LA GALLERIA FOTOGRAFICA: