Social media

L'uso dei social media potrebbe ridurre il benessere delle adolescenti

Di Sara De Giorgi
adolescente
21 Marzo 2018
Alcuni ricercatori inglesi hanno constatato un legame tra l'aumento del tempo trascorso sui social media dalle ragazze nella prima adolescenza e un ridotto benessere nella successiva adolescenza.  Secondo gli studiosi è dunque importante monitorare le prime interazioni con i social media, in particolare per quanto riguarda le adolescenti, poiché ciò potrebbe avere un impatto sul loro benessere nell'adolescenza e forse anche durante l'età adulta.
Facebook Twitter More

L'uso dei social media può avere effetti di vario tipo sul benessere di ragazzi e di ragazze adolescenti. Infatti, alcuni ricercatori dell'Università dell'Essex e dell'UCL (Londra) hanno scoperto un legame tra l'aumento del tempo trascorso sui social media nella prima adolescenza (10 anni) e il ridotto benessere nella successiva adolescenza (10-15 anni). Quest'associazione è però valida solo per le adolescenti. Lo sostiene una ricerca pubblicata sulla rivista BMC Public Health.

 

La Dott.ssa Cara Booker, prima autrice dello studio, ha dichiarato: "I nostri risultati suggeriscono che è importante monitorare le prime interazioni con i social media, in particolare per quanto riguarda le ragazze, poiché ciò potrebbe avere un impatto sul loro benessere nell'adolescenza e forse anche durante l'età adulta".

 

LEGGI ANCHE: Come proteggere i bambini dai social network

 

Nel corso dello studio gli autori hanno scoperto che l'interazione dei social media aumentava con l'età in entrambi i sessi degli adolescenti coinvolti nella ricerca, ma che all'età di 13 anni le ragazze interagivano sui social media molto più dei ragazzi.

 

In seguito, dalle ricerche è emerso che gli stessi adolescenti all'età di 15 anni entrambi aumentavano l'utilizzo dei social, ma le ragazze (59%) continuavano comunque a usarli più dei ragazzi (46%). E' stato poi constatato che la 'serenità' diminuiva durante l'adolescenza in ragazzi e in ragazze quindicenni, ma in misura maggiore nelle adolescenti.

 

TI POTREBBE INTERESSARE: Adolescenti e social network, un manuale per genitori

 

Lo studio ha utilizzato i dati dell'UK Household Panel Study, una vasta indagine realizzata dal 2009 al 2015 in Inghilterra

 

GUARDA ANCHE LA GALLERIA FOTOGRAFICA: