Famiglia reale

"Meglio che non abbiano un terzo figlio". La lettera di un'associazione a Kate e William

Di Sara De Giorgi
katewilliam
31 Luglio 2017
Un'associazione americana ha invitato Kate Middleton e William d'Inghilterra a prendere in considerazione l'idea di non allargare la famiglia reale e di non avere un terzo bebè. Questo, per l'associazione, gioverebbe all'idea diffusa di una 'famiglia piccola e sostenibile' per l'economia della Gran Bretagna.
Facebook Twitter More

Il principe William d'Inghilterra e Kate Middleton, duchessa di Cambridge, genitori del principino George e della principessa Charlotte, sono stati invitati a pensare che sarebbe meglio per loro non avere un terzo figlio da un'associazione americana che promuove famiglie 'piccole' ai fini della sostenibilità ambientale ed economica.

 

L'associazione, che si chiama 'Having Kids', ha scritto una lettera aperta ai due reali, invitandoli a prendere in considerazione l'idea di non allargare la famiglia per ragioni di sostenibilità ambientale come il cambiamento climatico, di uguaglianza economica e di distribuzione di risorse. Questo, per 'Having Kids', gioverebbe a favore dell'idea diffusa di una famiglia piccola e sostenibile per l'economia della Gran Bretagna.

 

Pochi giorni dell'invio della lettera di 'Having Kids', la 35enne Kate aveva dichiarato, durante la prima visita di Stato a Varsavia e rivolgendosi a suo marito, di volere un altro figlio. Tutto questo durante il recente tour regale della coppia in Polonia e in Germania. 

 

GUARDA ANCHE LA GALLERIA FOTOGRAFICA: 

 

 

Anne Green, direttore esecutivo di 'Having Kids', ha detto: "William e Kate costituiscono un esempio di quello che rappresenta il maggior 'potenziale' - ossia una famiglia sostenibile - per mitigare il cambiamento climatico e le sue conseguenze, tra cui gravi inondazioni, ondate di caldo letali, aumento delle malattie ed estinzioni della fauna selvatica".

 

Nel mese di ottobre 2016 i media internazionali avevano diffuso la notizia di una terza gravidanza di Kate, ma i rumors erano poi risultati senza fondamento.

 

GUARDA ANCHE LA GALLERIA FOTOGRAFICA: