Meningite

Meningite: morto in Toscana un bambino di 22 mesi

Di Valentina Murelli
meningite
29 Dicembre 2016
Il piccolo, originario della provincia di Lucca, è deceduto nella tarda serata del 28 dicembre all'ospedale Meyer di Firenze. Non era vaccinato.
Facebook Twitter More

Meningite: ancora una brutta notizia dalla Toscana, dove un bimbo di 22 mesi è morto ieri sera (28 dicembre) per una sepsi meningococcinca causata da meningococco di tipo C.

 

Ne dà notizia l'Usl Toscana Nord Ovest, riferendo che il piccolo, che non era stata vaccinato, è stato accompagnato nel tardo pomeriggio di ieri al pronto soccorso di Lucca, dopo essere stato visitato dal proprio pediatra. Le sue gravi condizioni hanno fatto subito pensare a una sepsi meningoccica, per la quale è stata subito avviata una terapia specifica. Che purtroppo, però, non ha dato gli esiti sperati: poco dopo il trasferimento all'Ospedale pediatrico Meyer, infatti, il bimbo è deceduto.

 

Già nel corso della notte sono stati sottoposti a profilassi antibiotica i parenti del piccolo e i bambini che frequentavano il suo stesso asilo nido, il "Mary Poppins" di Zone.

 

Con questo ultimo caso, salgono a 60 i casi di meningite da meningococco C che si sono verificati in Toscana dall'inizio del 2015 a oggi, 13 dei quali mortali.

L'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi ha subito espresso la sua vicinanza alla famiglia per la dolorosa perdita. Ma anche rinnovato l'appello alla vaccinazione contro il meningococco C, per la quale la Regione Toscana ha appena varato nuove misure. In particolare, la proposta di tre dosi di vaccino per bambini e adolescenti: la prima fra 13 e 15 mesi, la seconda tra 6 e 9 anni, la terza a 13 anni compiuti. Per Saccardi, il vaccino è l'unico mezzo possibile per proteggersi dalla diffusione di questo batterio particolarmente aggressivo.

 

L'invito a insistere nella vaccinazione, in particolare tra gli adolescenti, dove è probabilmente ancora molto attiva la circolazione del virus, era venuto nei giorni scorsi anche da Rino Rappuoli, uno dei massimi esperti di vaccini contro la meningite da meningococco e responsabile scientifico dell'azienda GlaxoSmithKline. E a nostrofiglio.it ne aveva diffusamente parlato Pierluigi Lopalco, professore di igiene all'Università di Pisa.