Mamme vip

Micol Olivieri: “Durante il parto ho rischiato di morire”

Di Concetta Desando
a.1500x1000.600
31 ottobre 2014
L’attrice, conosciuta al grande pubblico come “Alice de I Cesaroni”, racconta al settimanale Diva e Donna che la piccola Arya è nata due settimane prima del termine con il cesareo perché durante le doglie ha scoperto di avere un problema al cuore
 

Adesso è a casa, felice con la sua Arya. Ma Micol Olivieri, conosciuta al grande pubblico come “Alice de I Cesaroni”, ha rischiato di morire durante il parto. A raccontarlo è stata lei stessa in un’intervista a “Diva e Donna”, ricordando i drammatici momenti vissuti prima di mettere al mondo la sua piccola.

 

“È nata due settimane prima del termine, sono corsa in ospedale con le doglie e i medici mi hanno detto: ‘hai un problema al cuore, non potrai partorire naturalmente’. La mia ginecologa mi ha spiegato che sarebbe stato meglio non rischiare un parto naturale e programmare subito il cesareo” per evitare che lo sforzo mettesse a rischio il cuore. “Mi sono spaventata – racconta ancora l’attrice 21enne - ma per me in quel momento la cosa importante era solo riuscire ad abbracciare la mia bambina.

 

Durante il cesareo, dice Micol, “ho avuto paura. Ma poi ho visto Arya mentre ero distesa sul tavolo operatorio, sopra al telo verde che mi copriva: ero un po’ stordita dall'anestesia, ma è stata una sensazione indescrivibile: la vita è un miracolo”.

 

Durante la gravidanza, invece, tutto era andato per il meglio, e nulla lasciava sospettare che il cuore della giovane attrice potesse avere un problema e che la sua vita fosse a rischio. “Ho preso 15 chili e sono sempre stata bene; e anche il parto alla fine, nonostante le preoccupazioni, è andato bene – commenta –. Ora continuo a prendere la cardioaspirina, dovrò fare dei controlli per il cuore, ma mi sono ripresa”.