News

Milano: non ce l’ha fatta il bimbo caduto dalle scale a scuola

Di Lorenza Laudi
72809ed7-e8fc-45d6-b586-0481c608ecf2.600
22 ottobre 2019
Non ce l’ha fatta il
bimbo che lo scorso venerdì è caduto nella tromba delle scale di una scuola di Milano

Il bimbo di sei anni precipitato lo scorso venerdì per una decina di metri nella tromba delle scale della scuola di Milano che frequentava non ce l’ha fatta.

 

Le sue condizioni erano apparse subito gravi ed era stato subito trasportato all'ospedale Niguarda dove aveva subito un’operazione per cercare di diminuire la pressione intracranica.

 

Oggi il bambino è stato dichiarato morto. La Procura indaga per omicidio colposo, reato ipotizzato in relazione all'omessa sorveglianza. Il fascicolo è stato assegnato dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano, responsabile del dipartimento 'ambiente, salute, sicurezza, lavoro', al pm Letizia Mocciaro.

 

Ma che cosa è successo lo scorso venerdì?

 

Il piccolo è precipitato dal secondo piano fino al piano interrato nella tromba delle scale. Si trovava nella scuola Pirelli di Milano.

 

Non si sa ancora bene come sia potuto accadere. Si pensa che il bambino, che aveva chiesto di andare in bagno, tornando in classe possa essere salito su una sedia per oltrepassare la ringhiera causando così la caduta.

 

L'ipotesi principale riportata da diversi media e su cui si concentrano le indagini è quella dell'omessa sorveglianza da parte dei docenti e del personale che lavora nella scuola, come i collaboratori scolastici, anche sulla base del regolamento dell'istituto sulla vigilanza degli alunni. Dai primi rilievi della polizia scientifica, infatti, non sono emerse violazioni alle norme di sicurezza da parte della scuola.