Vaccinazioni

Morbillo, a Bari otto casi in ospedale

Di Irma Levanti
morbillo
12 Novembre 2018
A innescare il focolaio epidemico nell'ospedale pediatrico del capoluogo pugliese potrebbe essere stata una bambina di 10 anni non vaccinata
Facebook Twitter More

Otto casi in tutto, almeno per ora: è il bilancio – provvisorio – di un focolaio epidemico di morbillo che si è verificato a partire dalla fine di ottobre presso l'ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari, in Puglia.

 

Tutto sembra essere partito da una bambina di 10 anni non vaccinata, come non vaccinate sarebbero tutte le altre persone colpite dalla malattia nello stesso contesto: secondo quanto riportato da fonti Ansa si tratterebbe di tre adulti e di altri quattro bambini tra i quali un piccolo di 11 mesi ricoverato per un'otite, che per età non era ancora stato sottoposto alla vaccinazione contro il morbillo.

 

Secondo la Direzione generale del Policlinico resta da accertare che i contagi siano tutti collegati tra di loro, ma si tratta comunque di casi che portano di nuovo all'attenzione il tema dell'emergenza morbillo nel nostro paese. Come riferisce l'ultimo bollettino disponibile del Sistema di sorveglianza integrata del morbillo e della rosolia, “nel periodo dal primo gennaio al 30 settembre 2018 sono stati segnalati in Italia 2295 casi di morbillo”: un caso su cinque in bambini con meno di cinque anni d'età.

 

Nella grande maggioranza dei casi, le persone colpite non erano vaccinate o avevano effettuato una sola dose della vaccinazione (mentre per essere completamente coperti ne servono due). Circa la metà dei casi ha riportato almeno una complicazione. Si ricorda che dal 2017 a oggi il morbillo ha causato nel nostro paese 12 decessi.