Selfie

"New Born Fame": il giocattolo che consente al neonato di farsi i selfie (e pubblicarli sui social)

selfieneonato2
05 Novembre 2014
La designer olandese Laura Cornet  ha ideato un giocattolo tutto particolare da appendere alla culla del bebè. Quando il neonato afferra il "New Born Fame", il gioco scatta una foto e la posta in automatico su Facebook e Twitter. Una provocazione che ha scatenato il popolo del web.
Facebook Twitter Google Plus More

Chi ha il diritto di postare su Facebook o Twitter la foto di un neonato? I genitori? O forse il neonato stesso? Partendo da questo concetto, la designer olandese Laura Cornet ha ideato un giocattolo che sta facendo scalpore sui social: il "New Born Fame".

 

Il gioco, una classica giostrina per bimbo, al posto dei classici pupazzi appesi ha i loghi di Facebook o di Twitter. Si posiziona sopra la culla del piccolo e ogni volta che il neonato lo afferra, scatta in automatico una foto e la pubblica in tempo reale sui social network. In modo che ancora il neonato possa farsi i propri selfie. (Leggi anche: 6 trucchi per fare i selfie)

 

Una provocazione vera e propria, come dichiara la stessa ideatrice del giocattolo. La sua è più che altro un'opera d'arte, un modo per far riflettere tutte le mamme e i papà che postano di continuo le foto dei propri figli sui social network. 

 

New Born Fame è stato il progetto di laurea della designer Cornet alla Eindhoven Design Academy, Paese Bassi. E ha subito innescato una catena di polemiche e reazioni. Alcune molto critiche, sostenendo quanto fosse folle esporre un neonato ai social media. Obiettivo raggiunto quindi, secondo l'autrice: "E' la prova che i miei dubbi erano fondati" ha dichiarato alla CNN.  (Leggi anche: mamme sempre più tecnologiche e social)

 

Secondo le sue ricerche almeno la metà dei neonati viene esposto ai social media nel primo anno di vita. "Ma i neonati non scelgono che le proprie foto finiscano online".  (Leggi anche: foto bambini, 10 consigli per farle bellissime)

 

Mamme e social network in Italia, solo un quinto li considera una rinuncia alla privacy

 

Secondo una ricerca di due anni fa del portale Nostrofiglio.it con Nielsen, i device mobili sono importanti risorse per la gestione della vita famigliare dal punto di vista sia affettivo, sia pratico.

 

Il 40% delle mamme infatti condivide immagini e video legati alla famiglia tramite social media. A essere condivise sono soprattutto le fotografie (47% di chi risponde affermativamente) ed eventi/episodi della giornata del bambino (23%). Solo un quinto delle mamme considera i social network una rinuncia alla privacy, preferendo considerarli come un modo per condividere la propria vita con parenti e conoscenti. 

 

Leggi tutta la ricerca nostrofiglio - nielsen