News

Nizza: donna inizia il travaglio durante l'attacco

stragenizza
18 Luglio 2016
Nono mese di gravidanza. E un travaglio iniziato proprio nel bel mezzo della sparatoria dopo la corsa del camion che ha travolto a Nizza oltre 280 persone. Una donna ha dato alla luce un bambino nella notte del massacro di Nizza, giovedì dopo le 23. Ad aiutarla, un bagnino di origini tunisine, da 25 anni in Francia.
Facebook Twitter Google Plus More

Un travaglio iniziato in un forte momento di stress. Per fortuna la neo-mamma era vicina alla data presunta del parto e la storia si è conclusa a lieto fine.

 

Una donna magrebina, probabilmente di origini tunisine, ha partorire un bimbo poco dopo le 23 a Nizza. Le doglie sono iniziate proprio durante l'attacco terroristiche dell'uomo che ha falciato la folla durante i festeggiamenti del 14 luglio. Oltre 280 persone sono state travolte dalla corsa pazza del camion guidato da Mohamed Lahouaiej Bouhlel, 31 anni, tunisino.

 

Ad aiutare la donna, Himed

 

Una storia che si è conclusa a lieto fine anche grazie all'intervento di una cameriere 53enne tunisino, Himed. Come riporta il Corriere.it, Himed è un professore di sociologia a contratto all’Università di Nizza. D’estate invece lavora al Rhul la Plage, stabilimento balneare chic sul lungomare della città.

 

Come riporta il Corriere: «Quella notte ero qui, come sempre di questi tempi. Da un momento di festa in un attimo è scoppiato un putiferio - racconta Himed -. Urla, spari. Una folla di persone impaurite ha invaso il nostro locale. E quando quella signora col pancione ha cominciato a chiedere aiuto, a sentirsi male, hanno chiamato me che sono diplomato in primo soccorso».

 

Hanno accolto la donna in cucina, stanza climatizzata del locale. Himed è andato quindi a chiamare in sala un loro cliente abituale, un dottore. Che si è accertato che il battito cardiaco fosse regolare.

Si stavano preparando al parto imminente della donna, quando sono arrivati i soccorsi, circa 20 minuti dopo. La gestante è data portata quindi in ospedale e lì ha partorito, o almeno queste sono le notizie arrivate fino ad ora.