Coppia

Nozze di lusso? Aumenta il rischio divorzio

h44-10825277
10 Novembre 2014
Secondo uno studio americano un diamante non è per sempre. Anzi, più si spende per l’anello di fidanzamento e per i preparativi del matrimonio, più aumentano le possibilità di divorzio. Le soglie da non superare? 16mila euro per le nozze e 1.500 euro per l’anello
 
Facebook Twitter Google Plus More

Le cerimonie di nozze da divi del cinema, con centinaia di invitati, abiti e location da sogno, addobbi costosissimi e magari un wedding planner che gestisca il tutto garantiscono la felicità futura? Secondo uno studio americano no, anzi: più si paga e più la coppia rischia di divorziare in tempi rapidi. Studiando un campione di oltre tremila persone che si sono sposate negli Stati Uniti, Andrew Francis e Hugo Mialon, economisti della Emory University di Atlanta, hanno elaborato una “legge” nuziale che indica una soglia da non superare: quella dei 20mila dollari, circa 16mila euro. Se si spende di più per il “giorno più bello”, le possibilità di divorzio aumentano di tre volte e mezzo rispetto alle coppie che sborsano 5-10mila dollari (4-8mila euro). (Leggi anche Usanze e superstizioni legate al matrimonio)

 

Non più di 16mila euro per la cerimonia

 

“Abbiamo trovato le prove – spiegano i due economisti – per cui la durata del matrimonio è inversamente proporzionale al costo per l'anello di fidanzamento e la cerimonia di nozze”. Ma i due ricercatori demoliscono anche lo slogan secondo cui “un diamante è per sempre”: per gli uomini che spendono fra 1.500 e 3.000 euro nell'anello di fidanzamento, la possibilità di veder naufragare la storia d’amore è di 1,3 volte più alta rispetto a quelli che pagano fra i 400 e i 1.500 euro.

 

Costose nozze vip... naufragate

 

A sostegno della “legge di Francis e Mialon”, non si possono non ricordare alcune tra le più costose nozze vip degli ultimi anni: il matrimonio del principe Carlo e di Lady Diana nel 1981, che sarebbero le più lussuose della storia (in termini attuali più di 80 milioni di euro) hanno portato a un burrascoso divorzio (e, probabilmente, alla tragica fine di Lady D).

 

Le nozze di Elizabeth Hurley con l'imprenditore Arun Nayar, costate due milioni di euro, si sono dissolte dopo quattro anni.

 

Tom Cruise e Katie Holmes, sposatisi in Italia nel 2006 con una cerimonia costata un occhio della testa (la spesa complessiva non è nota, ma solo l’abito dell’attrice costava 2 milioni di dollari) si sono lasciati nel 2012.

 

Paul McCartney e Heather Mills, che per sposarsi nel 2002 hanno speso 3 milioni e mezzo di dollari, si sono separati dopo quattro anni (e il loro divorzio è costato all’ex Beatle almeno 8 volte più delle nozze).

 

Christina Aguilera e Jordan Bratman, sposatisi nel 2005 spendendo 2 milioni di dollari, si sono lasciati nel 2010. Liz Taylor ha speso 2 milioni di dollari per sposare, nel 1991, Larry Fortensky, di vent’anni più giovane. Ma dopo 5 anni anche per loro la storia è finita. (Guarda anche chi sono le mamme vip single e felici)