News

Pakistan: attacco a scuola militare. Strage di bambini

strage_bambini_pakistan_02
17 Dicembre 2014
Sono almeno 120 i piccoli morti nell'attacco talebano contro a una scuola in Pakistan gestita da militari. È accaduto ieri a Peshawar, città pakistana già nota per la sua violenza e zona di scontro tra il governo di Islamabad e i gruppi estremisti talebani. "Venivano a cercarci nelle classi, miravano al mucchio", dicono i sopravvissuti.
Facebook Twitter Google Plus More

Molti erano studenti, alcuni erano alunni della scuola elementare. Sono stati utilizzati come scudo umano, per proteggersi prima di far detonare la cintura esplosiva che avevano legata alla vita.

 

E' avvenuto ieri a Peshawar, in Pakistan, in una scuola gestita da militari. In totale, ieri in serata, i morti sono stati 145. 132 erano studenti, 120 di questi erano bambini. Un bilancio che nelle prossime ore potrebbe crescere.

 

"Hanno sparato nel mucchi e ci cercavano"

 

Una scuola frequentata da figli di soldati, ma aperta anche ai civili. Ragazzi, bambini, dai 10 ai 18 anni. E ieri è stata il palcoscenico di un attacco a opera di estremisti talebani pakistani. Un commando di almeno 6 persone ha fatto irruzione nella scuola. 

 

"Hanno sparato ripetutamente contro chi era già caduto a terra. Ci cercavano nelle classi, miravano nel mucchio" dichiarano i sopravvissuti ai parenti.

 

"In un primo tempo abbiamo pensato si trattasse di un gioco tra studenti, o di un avvenimento sportivo", raccontano i vicini ai media pachistani. 

 

I terroristi rivendicano l’attentato: "Soffrirete come soffriamo noi"

 

Un vero massacro, mirato ad uccidere più gente possibile." È la nostra risposta alle vostre aggressioni che ammazzano i nostri figli, le nostre donne, distruggono le nostre case. Adesso anche voi proverete un poco del nostro dolore", ha dichiarato ai media locali Muhammar Umar Khorasan, portavoce del Tehereek-e-Taliban, una delle formazioni più note.

strage pakistan bambini
| reuters.com