News

Papa Francesco: "Troppe donne licenziate perché incinte"

papafrancesco
02 Novembre 2015
Troppe donne licenziate perché incinte, o costrette a non lavorare perché non riescono a conciliare il loro ruolo di madri e di lavoratrici. Papa Francesco si schiera a favore delle donne e dei loro diritti sul lavoro. "La donna dev’essere custodita, aiutata in questo doppio lavoro: il diritto di lavorare e il diritto della maternità".
Facebook Twitter More

Bisogna porre più attenzione sul tema maternità e lavoro. E' proprio il Papa a parlarne. Lo ha fatto lo scorso 31 ottobre in occasione dell'udienza l’Ucid (Unione cristiana imprenditori dirigenti) e ha parlato della necessità di armonizzare le esigenze del lavoro e quelle della famiglia.

 

"Troppe volte una donna viene licenziata perché è incinta"

 

Papa Francesco si schiera a favore delle donne e del diritto al lavoro. 

"Penso in modo particolare alle lavoratrici - ha osservato -: la sfida è tutelare al tempo stesso sia il loro diritto ad un lavoro pienamente riconosciuto sia la loro vocazione alla maternità e alla presenza in famiglia".

 

"Quante volte abbiamo sentito di una donna che va dal capo e dice: 'mah, devo dirle che sono incinta'. 'Da fine del mese non lavori più'", ha detto il Pontefice parlando all'Ucid, 'Unione cristiana imprenditori dirigenti. Ha poi aggiunto: "La donna dev'essere custodita, aiutata in questo doppio lavoro: il diritto di lavorare e il diritto della maternità".

 

Questo però, secondo Papa Francesco, non significa demonizzare l’attività imprenditoriale. Anzi, il contrario. "L'impresa è un bene di interesse comune. Per quanto essa sia un bene di proprietà e a gestione privata, per il semplice fatto che persegue obiettivi di interesse e di rilievo generale, quali ad esempio lo sviluppo economico, l'innovazione e l'occupazione, andrebbe tutelata in quanto bene in sé".

 

Fonte: Press.vatican.va