Cicatrice

Papà si tatua la cicatrice del figlio per non farlo sentire diverso

Di Niccolò De Rosa
foto-marshall
22 Giugno 2016
Per supportare il figlio operato per un cancro al cervello, un padre si è tatuato la medesima cicatrice occorsa al piccolo dopo l'intervento chirurgico
Facebook Twitter Google Plus More

La malattia come cammino da percorrere insieme: questo il significato dietro al gesto di Josh Marshall, padre statunitense che ha voluto replicare sul suo cranio la medesima cicatrice lasciata da un importante intervento chirurgico sul figlio Gabriel, 8 anni.

 

Nel marzo 2015, al piccolo Gabriel era infatti stato diagnosticato un raro tumore al cervello che richiedeva un delicato intervento chirurgico, intervento che, nonostante il buon esito, ha lasciato un vistoso sfregio sulla testa del piccolo.

 

Una volta fuori dall'ospedale, Gabriel si vedeva come un mostro, un diverso, e si sentiva continuamente oggetto di curiosità da parte degli estranei

 

«Non potevo più sopportarlo, mi straziava il cuore - ha detto Josh - così gli dissi che se gli altri lo avessero fissato, avrebbero fissato entrambi»
Josh e il i figlio Gabriel. Il tatuaggio, molto realistico è stato scelto dalla Fondazione St.Baldrick's come esempio di supporto per i piccoli pazienti del reparto | Facebook.com

 

Il gesto d'amore è subito diventato virale sul web e papà Josh (o J-Mash, come si fa chiamare) è stato eletto dalla Fondazione St. Baldrick's, specializzata nell'assistenza di minori affetti da cancro, come BestBaldDad, "Il migliore papà calvo", simbolica gara tra genitori che hanno scelto di rasarsi per rendere meno traumatici i cambiamenti fisici dei loro figli durante la terapia.

 

Fonte: BuzzFeed.com, Boredpanda.com, Fondazione St. Baldrick's