Salute

Primo parto naturale per donna diabetica con pancreas artificiale

catrionaandeuan1
05 Maggio 2015
Per la prima volta al mondo una donna diabetica, aiutata da un pancreas artificiale, è stata in grado di portare a termine la sua gravidanza e ha partorire naturalmente. Lo riporta la BBC sul suo sito. Catriona Finlayson-Wilkins, 41 anni, e il figlio Euan stanno entrambi bene.
Facebook Twitter More

Il piccolo si chiama Euan. La mamma, ha 41 anni e si chiama Catriona Finlayson-Wilkins. La donna, affetta da diabete di tipo 1, è riuscita a portare a termine la sua gravidanza e a partorire naturalmente grazie a un pancreas artificiale che ha stabilizzato il suo livello di zuccheri nel sangue e ha prevenuto problemi legati alla patologia.

 

La sua storia è stata raccolta e raccontata dal sito della britannica BBC

Come ha dichiarato la donna: "Sono felicissima. E' come se mi fossi levata un peso enorme: essere incinta e diabetica può essere davvero rischioso. La parte più bella di tutto questo è che posso davvero vedere come sta andando, a beneficio di tutte le persone con diabete in futuro".

 

La donna ha indossato per tutta la gravidanza un pancreas esterno artificiale, un Artificial Pancreas Device System (Apds). Questo dispositivo consente di controllare i livelli di glucosio nel sangue, utilizzando la tecnologia di comunicazione digitale per automatizzare la somministrazione di insulina.  Questo dispositivo era già stato utilizzato da altre tre donne a Cambridge. A loro però era stato in seguito effettuato il taglio cesareo.

 

Catriona era alla sua seconda gravidanza. Il suo primo figlio, subito dopo il parto, era stato messo in terapia intensiva perché i livelli di zucchero nel sangue erano scesi a livelli pericolosamente bassi. La donna non lo aveva potuto vedere per un giorno intero. 

 

Euan, uno step importante per le donne diabetiche

 

La nascita del piccolo Euan è uno step importante per tutte le donne diabetiche.

 

"Le donne diabetiche in gravidanza si trovano a dover affrontare tassi più elevati di difetti alla nascita, sovradimensionamento dei bambini, parti prematuri e mortalità alla nascita rispetto alle altre", spiega la dottoressa Helen Murphy, coordinatrice dello studio Closed Loop in pregnancy, a cui mamma Catriona ha partecipato.

 

"Una gravidanza in una donna diabetica può essere particolarmente impegnativa, perché i livelli di ormoni sono in continua evoluzione e gli zuccheri nel sangue possono essere difficili da controllare" aggiunge la dottoressa Murphy.

 

Fonte: BBC e NNUH

 

Leggi anche: Diabete gestazionale: sintomi, rischi e cure