Salute

Ricoverato a Malaga il bimbo malato sottratto dai genitori

ashya-king
02 Settembre 2014
"Non avevamo scelta. Volevamo offrirgli terapia migliore" dichiara il padre del piccolo Ashya King, 5 anni, malato di tumore al cervello. Era stato sottratto dai genitori dal Southampton General Hospital dove era ricoverato. I genitori erano fuggiti con lui in Spagna per potergli offrire una cura migliore al proprio bimbo. Il mandato d'arresto emesso nei loro confronti sarà ritirato.
Facebook Twitter More

Il mandato d'arresto per i genitori di Ashya sarà ritirato. E a breve la coppia potrà rivedere il proprio bambino. Vittoria per I genitori del piccolo malato di cancro e portato via dall'Ospedale di Southampton nel quale era ricoverato, senza il consenso dei medici.

 

Il Crown Prosecution Service, la procura inglese, sta infatti cercando di ritirare il mandato di cattura internazionale emesso a carico del padre e la madre del piccolo. Lo ha annunciato la Bbc.

 

Il primo ministro inglese David Cameron dichiara sul suo profilo Twitter: "Sono contento che le accuse nei confronti dei genitori del piccolo Ashya siano cadute. E' importante che il piccolo riceva cure mediche e l'amore della sua famiglia".  

 

 

La vicenda del piccolo Ashya

 

 

Un disperato tentativo nella speranza di offrire al proprio figlio una terapia migliore, Al piccolo Ashya è stato infatti diagnosticato un mese fa un carcinoma, una forma tanto aggressiva da non consentirgli più di muoversi o parlare Queste le ragioni che hanno spinto Brett King e sua moglie a sottrarre il piccolo di 5 anni dall'Ospedale di Southampton nel quale era ricoverato.

 

Lo scorso giovedì sera la coppia senza il consenso dei medici ha prelevato il bambino alle 2 di notte e ha lasciato l'Inghilterra.

 

Le telecamere che riprendono la fuga del papà di Ashya  dall'Ospedale di Southampton
Le telecamere che riprendono la fuga del papà di Ashya dall'Ospedale di Southampton

 

 

L'arresto a Malaga

 

La famiglia è stato poi trovata in un hotel a Malaga. Prima dell'arresto da parte della polizia spagnola, lo scorso sabato, Brett King ha difeso la sua scelta in un video postato su youtube. 

 

 

Il padre ha difeso il suo gesto spiegando che lui e sua moglie erano in cerca di una terapia migliore (la radioterapia protonica, considerata la più avanzata per la cura di certi tumori). Non era possibile ricevere questa particolare cura all'Ospedale di Southampton, dove il bimbo era ricoverato.

 

Brett King, dopo aver mostrato l'apparecchiatura che nutre costantemente suo figlio, dice anche che Ashya sta bene e "sorride di più".

 

Ashya  insieme alla papà nel video di youtube nel quale spiega perché ha rapito il figlio
Ashya insieme alla papà nel video di youtube nel quale spiega perché ha "rapito" il figlio | youtube.com

 

Il premer inglese è solidale ai genitori

 

Anche il portavoce del premier inglese David Cameron ha espresso solidarietà ai genitori del piccolo Ashya . Il premier ha rilasciato la dichiarazione ieri, affermando che la gente di tutto il paese è stata scossa dalla situazione difficile della famiglia.