Ristorante

Ristorante romano vietato ai bambini: bufera sul web

Di Niccolò De Rosa
cartello
21 Gennaio 2016
Un ristoratore romano, stanco della maleducazione dei piccoli avventori (ma soprattutto dei genitori), ha esposto un eloquente cartello con il quale invita genitori con figli sotto i cinque anni al seguito a non fermarsi nel suo locale. Le opinioni delle mamme sui social si dividono.
Facebook Twitter Google Plus More

È di pochi giorni fa la notizia che ha visto entrare nell'occhio del ciclone un ristorante romano, La Fraschetta del Pesce, il cui gestore, detto "Il Comandante", ha esposto da tempo un cartello di Divieto d'Accesso ai bambini di età inferiore ai 5 anni.

 

La drastica soluzione sarebbe stata concepita un paio di anni. La goccia che ha fatto traboccare il vaso? Esasperato dal chiasso e dallo scompiglio provocato da una tavolata con 5 bambini troppo vivaci, ha chiesto ai genitori di calmare i loro pargoli, incassando uno sconfortante: "Non posso mica legarli!"

Da qui la scelta di vietare l'ingresso a bambini piccoli, portatori di confusione e ingombranti passeggini, perché, come rivela l'uomo in un'intervista a Vanityfair.it:

 

"i genitori non li sanno più educare [...] Ho un locale piccolo e non ne potevo più di fare lo slalom tra passeggini e bambini urlanti che correvano per la sala".

 

Di fronte alle polemiche sorte dal suo gesto, Il Comandante, pur affermando di essere nonno e di non avere problemi coi bambini, ha continuato a seguire la sua linea, stupendosi del clamore.

 

Da quando c'è il cartello la clientela è raddoppiata

 

"Il cartello è appeso da due anni, perché si lamentano solo ora? Forse perché qualche settimana fa ho impedito l'accesso ad una cliente con bambini e se l'è presa" dichiara il gestore del ristorante. Per lui "il lavoro è lavoro" e da quando ha appeso il cartello la clientela è addirittura raddoppiata.

 

Il fatto ha infuocato il web con commenti inferociti e post al vetriolo, tra mamme che condividono la scelta e altre che sostengono sia una scelta inconcepibile.

 

"No Kids", un fenomeno che viene dagli Usa

 

Ma il fenomeno del "No Kids" non è affatto un evento isolato: Con l'obiettivo di tutelare la pace e la tranquillità dei clienti, dagli Usa la tendenza childfree si è allargata a resort e alberghi in Spagna, Svezia, Austria e, appunto, Italia. (Leggi anche: al ristorante con i bambini)